Montepaone – festa per l’arrivo della Madonna delle Grazie di Torre di Ruggiero

Una città in festa quella di Montepaone lido per l’arrivo della statua della Madonna delle Grazie di Torre di Ruggiero. La statua dopo il restauro realizzato a Monasterace, prima del suo rientro al santuario, ha toccato le chiese di Montepaone lido, Montepaone centro, Pilinga di Gasperina alla chiesa dedicata al Beato Bruno Lanuino, per proseguire poi, fino alla cattedrale di Squillace dove era attesa dal Vescovo di Catanzaro – Squillace Mons. Vincenzo Bertolone. A Montepaone ad attendere l’arrivo della Madonna delle Grazie, la comunità di Montepaone lido, con il parroco don Bernardo Marascio, il sindaco Francesco Froio con amministratori comunali, il corpo della polizia municipale, la Misericordia,i gruppi di preghiera e di volontariato e tantissimi fedeli. La Statua era accompagnata dal rettore del santuario di Torre di ruggiero don Maurizio Aloise, dai volontari della Madonna delle Grazie, dall’amministrazione comunale di Torre di Ruggiero e dal comando polizia municipale. Molto sentita e partecipata la santa messa per omaggiare la Madonna delle Grazie esposta sul sagrato all’interno della chiesa matrice di San Giovanni Battista con un raggio di sole  che ne illuminava il volto rendendone ancora più suggestiva la presenza. A Torre di Ruggiero si ricorda ancora con molta devozione l’apparizione della Madonna delle Grazie a due pastorelle del luogo, Isabella Cristello e Antonina De Luca. Queste si erano recate nella zona dove ora sorge la chiesa mariana, a pregare. Isabella era appena guarita da un male che da tempo l’affliggeva. Mentre era raccolta in meditazione le apparve la Vergine con in braccio il Bambino Gesù che le manifestò il desiderio di vedere proprio in quel luogo un tempio a lei dedicato. «Recati in paese – disse alla ragazza – racconta l’accaduto ai sacerdoti e convincili a costruire una chiesa proprio qui». E aggiunse che dalla chiesa eretta in suo onore avrebbe distribuito grazie ai suoi devoti. La giovinetta seguita dall’amica ubbidì alla Madonna. Il cappellano don Giacomo Santaguida, insieme a molti altri fedeli un po’ increduli, si recò sul luogo dell’apparizione. La Madonna delle Grazie si fece vedere di nuovo dispensando dolci sorrisi a tutti gli astanti. In poco tempo il santuario dedicato alla Madonna delle Grazie venne edificato.

[box type=”info”] da un articolo di Gianni Romano [/box]

Montepaone – "Impresa possibile"

Come  aiutare i giovani a risolvere il problema della mancanza di lavoro. Di questo si è discusso nella  sala consiliare del comune di Montepaone, alla presenza dell’assessore regionale alle attività produttive Antonio Caridi promotore del bando “impresa possibile”,del consigliere regionale Mario Magno,del consigliere provinciale Massimo Rattà,dei responsabili della FIELD Nano e Battelli. Davanti ad un folto pubblico di giovani attenti e partecipi per una tematica come quella di fare impresa, i lavori sono stati introdotti dal consigliere comunale con delega alle politiche giovanili Tina Montillo, che ha in modo esaustivo relazionato e sottolineato gli ambiti necessari agli interventi soffermandosi su un tema principale e sottolineando che  ”bisogna avere il coraggio di sognare una Calabria diversa, restituire dignità a questa regione, ricordare soprattutto a noi giovani che quello che abbiamo di fronte è un mondo colmo di possibilità e non una inesorabile condanna al declino.  Liberare i talenti individuali e le possibilità e le energie presenti sul territorio,continuava Montillo, uscire dal degrado, dal sommerso e dalla insicurezza. Ma occorre fare in fretta,diceva Montillo, siamo consapevoli che il cambiamento si vedrà non a breve,ma è indispensabile al più presto invertire la rotta,prima che la Calabria muoia e che anche i giovani imprenditori,come tanti altri coetanei,concludeva il consigliere Tina Montillo,siano costretti ad emigrare per potere fare il proprio lavoro.”  Prendeva la parola il  consigliere regionale Mario Magno affermando che impresa possibile è  uno strumento completo e non un bando che assegna finanziamenti a pioggia. Lo strumento elaborato dall’assessore Caridi è un occasione per i giovani che vogliono fare impresa, i quali verranno seguiti dallo sviluppo dell’idea e fino alla realizzazione, dai tecnici che avranno il ruolo di incubatori affinchè non si disperdano fondi e progetti. Era la volta dei responsabili della Field, Nano e Battelli che illustravano esaustivamente per linee generali il bando dal punto di partenza che è la registrazione al portale impresa possibile fino alla concessione delle agevolazioni. Un bando che dovrebbe cercare di colmare un Gap endemico come la mancanza di lavoro, istituendo e agevolando il modo di fare impresa giovanile. Allo scopo illustrati i seminari territoriali, i workshop, i business game, gli incontri di orientamento e il supporto allo start-up delle imprese ammesse al finanziamento. Vi è stato anche modo di interagire con il pubblico presente che con domande mirate cercavano di capire le reali possibilità e le potenzialità del bando che è ancora da pubblicare sul BUR della Regione Calabria. In conclusione l’intervento dell’assessore regionale Antonio Caridi che ha evidenziato come sensibilizzare la promozione della cultura di impresa e la diffusione del lavoro autonomo sia lo scopo del suo mandato di Assessore alle attività produttive. L’assessore ha anche brevemente indicato altre misure in cantiere e alcune già in via di definizione per garantire alle imprese calabresi di spiccare il volo nonostante il periodo di crisi.

Montepaone – progetto sperimentale nuovi giovani imprenditori

Venerdì 11 maggio alle ore 17:00 nella sala consiliare di piazza San Francesco di Paola a Montepa0ne lido si parlerà del progetto sperimentale rivolto ai nuovi giovani imprenditori, nell’ambito della giornata formativa del progetto”l’impresa possibile.” L’evento  organizzato dal comune di Montepaone, congiuntamente alla regione Calabria e alla fondazione FIELD, con l’ottica di garantire un ampia diffusione all’avviso pubblico  per la selezione e il finanziamento di nuove iniziative imprenditoriali promosse da nuovi giovani imprenditori, già pubblicato in pre informazione, poiché il bando si inserisce in un progetto più complessivo, volto alla creazione di una nuova classe imprenditoriale consapevole e non ancorata alle vecchie logiche della corsa al finanziamento pubblico. L’iniziativa avrà una valenza formativa, consentendo ai partecipanti di iniziare un percorso di accompagnamento e tutoraggio che attribuirà una premialità,in fase di valutazione della domanda di ammissione alle agevolazioni. Ai lavori in aula parteciperanno  l’assessore regionale alle attività produttive Antonio Caridi, il Sindaco di Montepaone dott. Francesco Froio, il consigliere comunale con delega al bilancio dott.ssa Tina Montillo,  Caterina Nano  responsabile dell’area animazione informazione e sensibiliazione e   Barbara Battelli responsabile del progetto NGI per la fondazione FIELD, ai presenti la possibilità di acquisire il vero senso del fare impresa,anche mediante le testimonianze di giovani imprenditori calabresi.

[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

 

 

 

solenne celebrazione in Coena Domini

Montepaone – Si è celebrata presso la chiesa matrice di San Giovanni Battista a Montepaone lido,la solenne messa in Coena Domini,la santa messa celebrata dal parroco don Bernardo Marascio ha visto la presenza di tantissimi fedeli,come sempre il coro parrocchiale”Laudato Sii”diretto dal maestro Francesca Pallone,ha intonato canti religiosi. La liturgia comincia, come tutte le messe, con il saluto iniziale e l’Atto penitenziale;è stata preceduta dalla presentazione degli olii (Crisma, Olio dei Catecumeni e Olio degli Infermi), benedetti durante la messa crismale, mediante una breve processione fino all’altare, dove vengono appoggiati ed incensati. Al Gloria si suonano le campane a festa, secondo gli usi locali, in tutte le Chiese: dopodiché vengono “legate” le campane e non vengono più suonate fino al Gloria della Veglia pasquale, nella notte fra il Sabato santo e il giorno di Pasqua, per sottolineare con il silenzio l’attesa della gioia pasquale, quando le campane stesse risuonano a festa. Come Preghiera eucaristica si recita tradizionalmente il Canone Romano, che contiene diverse parti proprie di questa messa. Le Preghiere eucaristiche II e III sono tuttavia possibili. La comunione si può amministrare sotto le due specie. Dopo la Comunione, la pisside, contenente ostie consacrate, non viene riposta, ma rimane esposta sull’altare per una breve adorazione; quindi, accompagnata dalle prime quattro strofe dell’inno Pange lingua, comincia una processione eucaristica fino all’Altare della reposizione, il luogo della reposizione del Santissimo Sacramento, (dove vengono intonate le ultime due strofe, cioè il Tantum ergo). Quindi l’assemblea si scioglie in silenzio, senza benedizione o segno di croce. In alcuni luoghi, da quel momento si prolunga l’adorazione per tutta la notte, fino al giorno seguente.Fino alla veglia pasquale non si celebra più l’eucaristia. Il Venerdì Santo infatti non ha luogo la messa ma l’azione liturgica nella Passione del Signore, che non contempla la consacrazione, ma soltanto la comunione con le particole consacrate nella messa in Cena Domini.

[box type=”bio”] Articolo e foto di Gianni Romano[/box]

Il Magna Graecia Film Festival si trasferisce a Montepaone lido

Voci di corridoio,ma quasi ufficiali danno ormai per certa la nuova destinazione del Magna Graecia Film Festival del direttore artistico Gianvito Casadonte, da Soverato scelta come sede fin dall’insediamento, ora a Montepaone lido, dove sarà allocata nella centralissima piazza San Francesco Di Paola, mentre il Red Carpet sarà sistemato sulla via nazionale,molti gli attestati di vicinanza per una manifestazione che darà alla città di Montepaone una grande visibilità mediatica.

Articolo e foto di Gianni Romano
1 21 22 23