Montepaone – dopo i pulcini anche gli esordienti dell' USD Montepaone calcio raggiungono la finale zonale

Sovvertendo i pronostici della vigilia (lo scorso inverno , la stessa partita, a campi invertiti era finita con una goleada del Soverato V.), ad accedere alla finale zonale del Campionato Esordienti, sono i ragazzi montepaonesi allenati da Mr. D. Trocano che con una grande prova ricca di determinazione, grinta, voglia e passione riescono a rimandare battuti i “cugini” del Soverato V. allenati da Mr. G. Pellegrino. E’ servita l’appendice dei calci di rigore per determinare la vincente in quanto i tre tempi disputati da 20 min. cadauno avevano sancito il risultato di parità per1,5 pt. a1,5 pt. Dal dischetto più precisi i giallo-verdi montepaonesi che vincevano per 4-2 (rigori trasformati da Romano, Mercurio, Corabi e Ienco). Il 1° tempo Mr. Trocano schierava Castanò tra i pali (prestato al ruolo in quanto è un difensore), Marino e Concolino in difesa, A. Procopio e Mercurio sugli esterni, Romano a centrocampo e Carpino di punta. Prima frazione sostanzialmente equilibrata che, però, “premiava” i bianco-rossi ospiti per 1-0 invirtù della rete realizzata sugli sviluppi di un errato rilancio della difesa di casa. Nella seconda frazione l’USD Montepaone Calcio schierava Riso in porta, M. Fiorentino e capitan Anania in difesa, F. Procopio e Celia (un lusso per la ctg. Esordienti appetito da molte società di categorie superiori) sugli esterni, Ienco a centrocampo e Corabi di punta. Era proprio quest’ultimo che portava in vantaggio i suoi ribadendo, con tenacia, in rete un tiro che in precedenza aveva colpito il palo. Occasionissime per raddoppiare per Ienco, Celia e F. Procopio ma un po’ l’imprecisione e la bravura del portiere ospite Lomanno non permettevano il raddoppio ai giallo-verdi. Ci pensava allora il portiere Riso, direttamente con un rinvio dalla propria area, a portare il parziale sul 2-0. Green card (cartellino verde che premia particolari gesti di Fair Play e Tecnici) per lui per la bellezza e la particolarità della segnatura. Finiva, così, senza altri “sussulti” il 2° parziale ed il risultato era di1 pt. ad 1pt.. Il 3° tempo diventava decisivo per l’accesso alla finale di categoria da disputarsi a Cardinale il 17/06/2012 contro il Cardinale Calcio che ha vinto la sua semifinale contro il Badolato. Mr. Trocano riproponeva Riso tra i pali, capitan Anania e Castanò in difesa, Celia e F. Procopio sugli esterni, Ienco a centrocampo e Corabi di punta che sul finire verrà sostituito da Mercurio. “Indiavolati” i gialloverdi di Mr. Trocano che, lottando su ogni pallone, non permettono agli ospiti di fraseggiare, su tutti il pressing asfissiante di Ienco. Procopio F. ha la palla per portare i vantaggio i suoi ma, il suo piattone viene parato ottimamente dal portiere Leone. Era Celia che con un’azione solitaria, dopo aver superato in dribbling un paio di avversari, si presentava a tu per tu con Leone e lo superava con un ottimo diagonale di sinistro. Il Soverato V. non ci stava e reagiva prepotentemente ed andava vicinissima al pareggio in seguito ad una indecisione difensiva, ma il suo attaccante, a porta vuota, tirava incredibilmente a lato. A due minuti dal termine, quando il Montepaone pensava di avercela fatta, ecco l’errore che non ti aspetti. Riso, fino a quel momento tra i migliori, non tratteneva un pallone innocuo e forniva l’assist ad un avversario per l’1-1 che sarà il risultato finale al termine del 3° ed ultimo tempo per il risultato globale1,5 pt. A1,5 pt. (il pareggio al termine del tempo assegna ½ punto a squadra). Per sancire la squadra finalista, il regolamento del torneo prevede i calci di rigore. Più precisi quelli del Montepaone che ne segnano 4 su 5. Meno precisi quelli del Soverato V. che ne segnano soltanto 2 esaltando le doti di Riso come para rigori. Grande esultanza finale tra i ragazzi montepaonesi e gavettoni a gogò tra coloro che hanno giocato e tra quelli che, per regolamento, hanno assistito alla gara: Paparazzo, Riucci, Mesoraca, Lioi, Sinopoli, Galati, Sanso, Gullà, Fiorentino S., Muzzì, Natangelo, Cozza e Sestito. Pertanto,la Scuola Calcio dell’USD Montepaone Calcio dei Responsabili, Antonio Lombardo, Dino Trocano ed Alfonso Gerace piazza, a livello giovanile zonale, due squadre in finale, infatti oltre ai succitati Esordienti anche la ctg. Pulcini il 17/06/2012 a Cardinale gareggerà per il 1 e 2° posto contro il Guardavalle. Ciò, a soli tre anni dalla sua fondazione, ci sembra sia sinonimo di una buona gestione che  sta raccogliendo i frutti non solo da un punto di vista numerico ed organizzativo, ma anche da quello puramente tecnico.

 

Semifinale Campionato Esordienti Zonale figc-lnd di Soverato:

USD Montepaone Calcio / Soverato V. 1,5 pt / 1,5 pt (0-1, 2-0, 1-1) 4-2 d.c.r.

 

Pagelle:

Riso voto 9. Cosa chiedere ad un portiere? Di parare. Lui fa di più realizza anche un goal. Quando nella lotteria dei calci di rigore i suoi sono in svantaggio riesce anche a pararne uno. Il 10 gli sfuma per l’errore al 3° tempo che causa il pareggio ospite. Goleador.

Castanò voto 8. Il 1° tempo in porta non fa rimpiangere Cozza e compie ottimi interventi. Il 3° tempo in difesa con capitan Anania sembrano due “Bronzi di Riace”. Sbaglia quando il Soverato V. fallisce clamorosamente il pareggio. La sua esuberanza fisica è notevole per la categoria. Ecclettico.

Concolino voto 8. Lui è di poche parole, ma di molti fatti. L’anticipo è il suo forte ne sanno qualcosa gli attaccanti soveratesi. Per conquistarsi un posto tra i 14 titolari, in settimana per allenarsi, ha rinunciato alla partecipazione al concerto della scuola. Taciturno, ma premiato.

Marino voto 7. Il Mr. chiedeva grinta e determinazione, ma lui ne ha messa poca. Pulito ed ordinato nei disimpegni difensivi faceva ripartire le azioni d’attacco. Peccato per quell’errore nel 1° tempo che porta il punto agli ospiti. Bonaccione.

M. Fiorentino voto 8: Nonostante dica che il suo Mr. non sa allenare è in campo tra i titolari. Il fisico non sarà quello di Anania e di Castanò ma se c’è da difendere non è secondo a nessuno. Roccioso.

Anania voto 8. Il Capitano nonché secondo “Bronzo di Riace” non sbaglia un intervento difensivo. Vorrebbe anche aiutare i compagni in attacco, ma il Mr. lo “incatena” in difesa. Batte un paio di punizioni da limite, ma non è preciso. Baluardo.

Romano voto 8. Rientrante da malanni di stagione, ha pochi allenamenti sulle gambe e si vede. La corsa ne risente, ma quando riesce a giocare palla è un piacere vederlo per tecnica e classe. Buono un tiro dalla distanza finito poco alto sulla traversa. Un voto in più per aver trasformato egregiamente il calcio di rigore. Pirlo di Montepaone.

Ienco voto 9. Per quanto ha corso e per quanta grinta ci ha messo qualcuno avrebbe voluto fargli l’antidoping. Indiavolato, pressava chiunque gli “ronzasse” a torno. Per poco non entrava anche nel tabellino dei marcatori. Suo il rigore decisivo che ha dato la vittoria ai suoi. Gladiatore.

A. Procopio voto 7. Il Vicecapitano, nonché “bersaglio” preferito dalle urla del Mr. quest’oggi si è ben comportato lottando più del solito e non commettendo errori tattici. Sulla fascia ha più difeso che offeso. Disciplinato.

F. Procopio voto 8. Fallito il tentativo di fargli fare il centravanti il Mr. lo impiega da esterno. Lui lo ripaga con una buona prestazione dopo essersi allacciato le scarpe. Nel 2° tempo e nel 3° tempo non realizza il goal rispettivamente per un pizzico di imprecisione dopo un ottimo tiro a giro e per un’ottima parata del portiere soveratese. Cursore.

Celia voto 9. E’ una fortuna per il Mr. averlo dalla sua parte. E’ una spanna più bravo di tutti, avversari compresi. Realizza un gran goal dopo una entusiasmante azione personale. Se continuerà ad allenarsi con serietà e passione, altri palcoscenici lo vedranno protagonista. Non raggiunge il massimo dei voti per il rigore fallito e per la scarsa vena in fase realizzativa rispetto ai tiri ed alle giocate che effettua. Mostruoso.

Mercurio voto 8. Il fisico non lo aiuta, ma lui lotta e difende sull’amico Lombardo come in poche altre occasioni. Cerca di fare goal ma la palla gli va fuori. Duttile in quanto fa sia l’esterno che il centravanti. Magistrale l’esecuzione del rigore. Piccolo Bomber.

Carpino voto 8. Nell’inedito ruolo di centravanti corre dietro ai difensori ospiti e spreca un sacco di energie. Al volo, su rinvio di Castanò, rischia di segnare un gran goal. Generoso.

Corabi voto 8. Fraseggia ottimamente con Celia e Procopio F.. Con caparbietà porta in vantaggio i suoi nel 2° tempo. Esausto, per aver corso in avanti ed indietro, lascia il posto nel 3° tempo a Mercurio. Ottima la trasformazione del rigore. Peperino.

Paparazzo, Riucci, Mesoraca, Lioi, Sinopoli, Galati, Sanso, Gullà, Fiorentino S., Muzzì, Natangelo, Cozza e Sestito Voto 10: Nonostante non siano della gara (il Regolamento prevede l’utilizzo di soli 14 elementi) non si abbattono ed incitano i compagni con tutte le loro forze. Grande dimostrazione di attaccamento alla maglia e spirito di squadra. Maturi.

Mr. Trocano Senza Voto per conflitto d’interessi. Cerca di caricare i suoi prima della gara ricordandogli la batosta dell’inverno scorso. La squadra lo ascolta e come piace a lui gioca con grande “cattiveria calcistica”, grinta e determinazione. Urlatore.

 

[box type=”info”] La redazione[/box]

Montauro – verifica strutturale edificio scolastico

L’edificio scolastico di Montauro, chiuso per criticità strutturali dal sindaco dott. Pantaleone Procopio, ora è interessato da indagini e prove strutturali a cura dell’ing. Candela Michele e  della Geoconsult S.r.l.. Il Sindaco in seguito alla  chiusura del plesso scolastico, aveva deciso  di fare continuare l’anno scolastico agli studenti presso i locali del comune di Montauro appositamente predisposti. Ora dice il sindaco Pantaleone Procopio,vista la deliberazione con la quale venivano approvate le disposizioni per la concessione di contributi in conto capitale ai comuni ed alle province per interventi in materia di edilizia scolastica ed in considerazione del fatto che la regione Calabria per il perfezionamento del  finanziamento richiedeva il progetto esecutivo ed  il  certificato di collaudo strutturale e quindi di agibilità dell’edificio scolastico, il comune ha dato incarico all’ing. Domenico Squillacioti, con sede in Soverato, di eseguire una serie di indagini e prove sclerometriche sugli elementi strutturali dell’edificio scolastico finalizzate alla verifica e al collaudo dello stesso. Dalle analisi eseguite dal tecnico incaricato a seguito di carotaggi e correlazioni finalizzate alla stima della resistenza meccanica degli elementi strutturali, nonché dai certificati emessi dalla Premac, quale laboratorio abilitato, è emersa la grave criticità in cui versa il calcestruzzo all’uopo utilizzato;
Vista la relazione tecnica pervenuta al Comune  con la quale l’Ing. Squillacioti dichiarava non collaudabile l’edificio, per grave carenze strutturali, come da prove e indagini eseguite in sito, considerata la nota prot. n° 2789 del 21/05/2012, con la quale veniva chiesto al direttore dei lavori Ing. Peppino Marascio, in riscontro alla relazione a struttura ultimata depositata all’ufficio ex Genio Civile,  chiarimenti in merito;  si chiedeva, tra l’altro, l’approfondimento delle indagini all’uopo eseguite, invitando l’Amministrazione Comunale ad individuare altro professionista qualificato ed altro laboratorio di prove a cui sottoporre la verifica dei materiali, dichiarandosi disponibile a sostenere le spese all’uopo necessarie. Si dava atto che agli atti dell’ufficio tecnico esiste curriculum professionale del Prof.
Ing. Michele Candela, residente a Guardia Lombardi (AV), di provata capacità e competenza professionale, che sta già svolgendo per conto dell’Amministrazione Comunale incarichi similari, che all’uopo interpellato si è dichiarato immediatamente disponibile ad
eseguire ulteriori approfondimenti sulla struttura dell’edificio scolastico comprensivo, unitamente alla società GeoConsult s.r.l. da Manocalzati (AV), quale laboratorio autorizzato dal Ministero dei Lavori, , ad effettuare prove su materiali da costruzioni.
[box type=”info”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – ennesima bonifica al fiume Grizzo

Il fiume Grizzo, un alveo difficile, che da località Sant’ Angelo arriva fino al mare di località Casinello e  che da sempre viene invaso da discariche a cielo aperto da parte di persone che senza scrupolo alcuno, gettano di tutto in un angolo tra i più belli del territorio di Montepaone lido. Nonostante gli sforzi continui dell’amministrazione comunale, spesso bisogna fare i conti con una cartolina non proprio destinata ai turisti. Per la nuova bonifica c’era la promessa dell’assessore all’urbanistica Roberto Sestito che aveva detto, “puliremo a tempo di record questo sito, arriverà sul posto una grossa ruspa,un camion con il ragno e un container per mettere la parola fine a questa discarica e cercare di individuare chi,contro qualsiasi legge e morale, getta di tutto.” Detto fatto, l’assessore è stato di parola, ed  i mezzi di lavoro necessari alla bonifica dell’alveo del fiume sono sul posto ed in sua presenza hanno provveduto allo smaltimento di tutti tutti gli ingombranti presenti,rendendo così dignità ad un luogo paesaggistico di pregio vicino al mare di località Casinello, questo alle porte dell’arrivo a Montepaone lido di numerosi turisti.

 

[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – Consiglio comunale

Consiglio comunale a Montepaone. Prima dell’inizio dei lavori consiliari il sindaco Francesco Froio ha ricordato in aula la figura dell’on. Francesco Galati recentemente scomparso ”un uomo dal grande spessore politico che ha lasciato un segno tangibile, chiunque, queste le parole di Froio, dedica la sua vita al servizio degli altri e della comunità impegnandosi nella crescita socio-economica merita il massimo rispetto”. Su questo intervento si è registrato un vivace contraddittorio con il consigliere di minoranza Isabella Venuto per alcune opinioni espresse in pubblico dalla stessa Venuto. Il sindaco Froio ha sottolineato che proprio in virtù di quanto espresso dalla Venuto  da oggi è preclusa ogni forma di dialogo con il gruppo di opposizione. Lo stesso sindaco  ha poi ripercorso gli ultimi fatti criminosi accaduti in città, dagli incendi ai numerosi furti, ribadendo di aver richiesto in una riunione tenutasi in prefettura l’ istituzione di un presidio fisso di forze dell’ordine. I lavori passavano nel vivo con l’esame e l’approvazione del rendiconto finanziario e relativi allegati con relazione del consigliere con delega al bilancio Tina Montillo. Nella relazione il consigliere ribadiva che l’ amministrazione sia pur tra mille difficoltà ha lavorato con grande senso di responsabilità, rispettosa del grande contributo e delle risorse che quasi tutti i cittadini versano nelle casse del comune per avere servizi  soddisfacenti. Il punto passava con il voto favorevole della maggioranza mentre il gruppo di opposizione votava contro allegando al verbale un intervento del consigliere capo gruppo  Mario Migliarese. Si passava all’esame del capitolato per l’appalto manutenzione ordinaria della rete stradale,molti ricorsi al tribunale fatti da automobilisti,hanno visto soccombere l’ente comunale in risarcimenti a seguito di incidenti provocati da buche non segnalate,relazionava l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Macrì che ricordava che è di primaria importanza la messa in sicurezza della rete stradale,un apposito bando permetterà di istituire una gara di appalto per avere sul territorio comunale una impresa pronta a eseguire questi lavori bituminosi necessari e utili alla salvaguardia della incolumità dei conducenti,risparmiando e di molto la spesa legale che oggi l’ente comunale è costretto suo malgrado a pagare,a causa di queste azioni legale,su questo punto l’intervento del consigliere di opposizione Francesco Lucia che ha ricordato che è fondamentale ridurre le spese e garantire allo stesso tempo i servizi,questo punto passava all’unanimità. Mentre il punto riguardante il capitolato speciale per il servizio della rete pubblica di illuminazione veniva rinviato,si passava alla trattazione della modifica del regolamento comunale TARSU,la tassa veniva ridotta dal 60% al 40% e il punto veniva votato all’unanimità,mentre l’ultimo punto sul regolamento comunale per la gestione in economia degli acquedotti dopo trattazione passava all’unanimità.

[box type=”info”] da un articolo di Gianni Romano sul quotidiano[/box]

Montepaone – Montauro: sarà una estate senza gli stabilimenti bruciati?

 “Percival Beach” e “On the beach”  i due locali dati alle fiamme nei giorni scorsi e che ora sono solo un triste ricordo di serate in allegria, musica e colori per i tanti turisti che affollano le rinomate spiagge di  Montepaone e Montauro non si sa se riusciranno a riaprire nella imminente stagione estiva.  I locali nati con sudore e fatica di due imprenditori del luogo, i quali visti gli elevati costi di costruzione si sono recati alla provincia di Catanzaro, per chiedere se in assenza della struttura intera, si poteva ovviare con il posizionamento di un chiosco prefabbricato, idoneo a svolgere almeno il posizionamento di ombrelloni, sdraio e la vendita di qualche bibita rinfrescante. Ma si sa che la politica e la burocrazia sono sordi, e interpretando una legge regionale sull’ambiente e sui beni  demaniali,ai  titolari non solo non verrà riconosciuto nessun indennizzo per potere ricostruire, ma non verrà dato neanche il permesso per posizionare un piccolo e non invadente chiosco sulla spiaggia. Questi imprenditori che cercano di fare turismo e dare un posto di lavoro in un terra come la Calabria, già messi in ginocchio dai gravi accadimenti hanno ottenuto oltre al danno la beffa. La lapidaria  risposta dall’ente provincia è stata ”o ricostruite tutto lo stabilimento balneare nella sua interezza, oppure niente chiosco, non è previsto dal PIR (piano indirizzo regionale), ma si chiedono questi imprenditori, ricostruire in toto? e come, con quali soldi? a noi bastava solo per il momento vista l’imminente stagione estiva alle porte il posizionamento di un piccolo chiosco, neanche quello!”

[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – Approvato il progetto di messa in sicurezza del ponte sul caccavari

Il Presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, rende noto che è stato redatto ed approvato dagli uffici dell’ente intermedio il progetto di rifacimento e messa in sicurezza del ponte sul Fosso Caccavari a Montepaone Lido. Il ponte in oggetto è stato danneggiato dalle intense piogge della notte tra il 22 e il 23 novembre 2011;  Per tale motivo nell’immediatezza dell’evento alluvionale, si era provveduto ad inibire immediatamente il transito. Considerata l’importanza del ponte  che serve sia lo svincolo sulla SS 106 che una importante zona dell’abitato di Montepaone Lido sono state disposte delle prove di carico sull’impalcato. Le prove eseguite hanno dimostrato che la struttura, nella parte integra è in grado di assorbire le sollecitazioni di carichi importanti e  quindi, in accordo con le autorità comunali si è deciso di mantenere aperta al transito una parte della carreggiata (di monte) che ha  consentito di minimizzare, fino ad oggi, i disagi che sarebbero derivati dalla completa chiusura dell’importante strada che corre sul ponte. Vista l’importanza della infrastruttura su cui insiste l’opera, in un’area di intenso flusso di traffico, soprattutto nella stagione turistica, la celerità operativa era un fattore determinante. A soli cinque mesi dall’evento la Provincia ha redatto il progetto di rifacimento del ponte e reperito le risorse necessarie per l’appalto. Contemporaneamente sarà necessario intervenire nell’alveo del fosso Caccavari per adeguare la sezione idraulica del corso d’acqua e, non da ultimo, ultimate le opere strutturali si apporteranno notevoli miglioramenti ai flussi veicolari sulla sovrastante strada per la quale si avrà un ampliamento della carreggiata e una regolamentazione del traffico sul sovrastante incrocio. Il presidente Ferro ha rivolto un ringraziamento al consigliere provinciale Massimo Rattà, per l’impulso dato alla realizzazione del progetto e per l’attenzione costantemente riservata al territorio.

[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – per arginare lo spopolamento del centro storico,in arrivo gli incentivi

Come evitare il naturale spopolamento dei centri storici,in particolare quello di Montepaone,ridotto grazie alle continue emigrazioni e spostamenti di residenti nelle zone marine,con un centro storico popolato da pochi abitanti?é quello che sta cercando di evitare il sindaco di Montepaone,Francesco Froio,”Premesso che,queste le parole del sindaco Francesco Froio,uno dei problemi più gravi e rilevanti che assilla le piccole comunità è certamente quello del costante e crescente spopolamento che rischia seriamente di pregiudicare,continua il sindaco Froio, le sorti e la ragion d’essere delle medesime realtà territoriali,le quali ed in un momento caratterizzato anche da una grave congiuntura economica,sono costrette a fare i conti con una legislazione nazionale che nell’ottica del  contenimento delle spese, tende a penalizzare i centri di modeste dimensioni demografiche. Grazie,continua il sindaco Froio,alla delibera di Giunta Municipale ad oggetto:Acquisizione manifestazione di interesse per il trasferimento della effettiva residenza anagrafica o nuova apertura di attività o studi professionali nel territorio di Montepaone Centro, a fronte della concessione di incentivi”,è possibile presentare apposita istanza per la concessione dei benefici infradescritti nella precitata delibera giunta,continua il sindaco Froio,da parte di nuclei familiari, al trasferimento della propria ed effettiva residenza anagrafica nel territorio di Montepaone Centro, a fronte della corresponsione da parte del Comune medesimo di apposita incentivazione da tradursi, nel rispetto della legge, in riduzione di imposte e/o tasse o tributi comunali, facilitazione mensa scolastica, trasporto scuolabus il tutto compatibilmente con le esigenze di bilancio.” “Nell’esaminare le manifestazioni di interesse che,continua il sindaco Froio, eventualmente, dovessero pervenire, il competente Ufficio Comunale si dovrà attenere, nell’ordine, ai seguenti criteri e dare, quindi, nell’ordine, la seguente priorità: ai nuclei familiari che presentano al loro interno il maggior numero di componenti;continua il sindaco Froio, ai nuclei familiari che presentano al loro interno anche componenti in età scolare;In caso di nuclei familiari aventi, al proprio interno, eguale numero di componenti,sarà data la priorità ai nuclei presentanti soggetti in età scolare.”Ma anche,continua il sindaco Froio alle giovani coppie;Condizione essenziale perchè i nuclei familiari – aspiranti possano avere l’incentivazione proposta è l’effettivo ed accertato trasferimento della propria residenza anagrafica nel territorio di Montepaone Centro, in alloggio, pertanto,ritenuto idoneo ed in possesso dei prescritti requisiti di legge;Stesse incentivazioni saranno accordate a chiunque volesse aprire stabilmente in Montepaone Centro una nuova attività commerciale, artigianale ecc. o un nuovo studio professionale di qualunque tipo. La quantificazione, determinazione e graduazione dell’incentivo,conclude il sindaco Froio, da tradursi in congrue riduzione di imposte e/o tasse comunali o tributi locali nel rispetto della normativa in vigore e nei limiti consentiti dal bilancio comunale.”

Montepaone – il comune dispone la risoluzione del contratto per la differenziata con la “Schillacium SPA”

Il comune di Montepaone con apposita determina,dispone la risoluzione contrattuale per la raccolta della differenziata con la ditta”Schillacium SPA” per gravi e riscontrate inadempienze. E proprio per gravi inadempienze,Il settore urbanistica con l’assessore al ramo Roberto Sestito,visto la nota di contestazione per la mancata attivazione del servizio di raccolta e trasporto delle frazioni organiche tramite dislocazione sul territorio comunale dei contenitori appositi,si accertava che con apposita nota si ordinava alla “Schillacium” la fornitura in comodato di uso di appositi cassonetti per i conferimenti della differenziata,campane per il vetro,alluminio,carta,si evinceva anche che risultava non in regola il DURC(documento unico regolarità contributiva)tra la stessa e i suoi dipendenti,cosa questa che di fatto impedisce un rapporto lavorativo tra ditta e ente pubblico,ma si notava anche che come nota prodotta dal vigile urbano e ufficio tecnico,questo servizio non veniva espletato,se non effettuato raramente,a questo punto il comune di Montepaone settore urbanistica decideva di adottare tutti i provvedimenti necessari previsti dalla legge,nessuno escluso,a tutela delle azioni,ragioni ed interessi del comune,e visto che questa situazione risultava non più sopportabile,si decideva per la risoluzione del contratto. Quindi con effetto immediato,la risoluzione del contratto al reparto comunale n .8,relativo al servizio di raccolta,trasporto e smaltimento dei rifiuti differenziati del comune di Montepaone,per grave inadempienza nello svolgimento del servizio e per la mancata fornitura dei relativi contenitori per come disposto dalla nota 238.  La stessa disposizione veniva recapitata per conoscenza per notifica,seguendo la procedura degli atti giudiziari,all’amministratore della “Schillacium”SPA”,Costanzo Luciano presso la sede  legale di Soverato.

[box type=”bio”] Articolo e foto di Gianni Romano[/box]

Montepaone – il cittadino grazie a schede,valuterà l’operato degli impiegati

A Montepaone si approvava  il regolamento per il funzionamento e le competenze del Nucleo di valutazione(legge riforma Brunetta) e con Deliberazione del Consiglio Comunale sono stati approvati i criteri generali per il recepimento,ora con Delibera di G.C.  è stata approvata la nuova metodologia di misurazione e valutazione del personale dipendente nel rispetto,compreso il piano della Performance;a dirlo il sindaco Francesco Froio”,atteso che le Amministrazioni Pubbliche, nell’ambito della loro autonomia normativa ed organizzativa adottano metodi e strumenti idonei a misurare, valutare e premiare la performance individuale e organizzativa, secondo criteri strettamente connessi al soddisfacimento dell’interesse del destinatario dei servizi e degli interventi. La misurazione e la valutazione della performance,continua il sindaco Francesco Froio sono volte al miglioramento della qualità dei servizi offerti dalle amministrazioni pubbliche, nonché alla crescita delle competenze professionali attraverso la valorizzazione del merito,continua Froio, e l’erogazione dei premi per i risultati perseguiti dai singoli e dalle unità organizzative in un quadro di pari opportunità di diritti e di doveri, trasparenza di risultati e delle risorse impiegate per il loro perseguimento;allo scopo,continua il sindaco Froio,è nostra volontà di far approvare una scheda attraverso la quale si intende verificare il gradimento dei Cittadini Utenti rispetto ai servizi offerti dall’Ente, scheda che,altresì, prevede anche le indicazione di eventuali criticità riscontrate nell’attività degli Uffici comunali, atteso che gli stessi uffici nell’esercizio delle loro funzioni devono necessariamente attenersi ,continua il sindaco Froio,ai principi di eguaglianza e imparzialità,continuità, trasparenza, partecipazione, efficacia ed efficienza, rispetto dei tempi e delle procedure, non aggravamento del procedimento amministrativo, dare concrete risposte alle istanze dei cittadini utenti. L’apposita scheda,continua il sindaco Francesco Froio, da compilare anche in forma del tutto anonima, dovrà essere inserita, debitamente chiusa, in una urna disponibile presso l’Ufficio del competente Capo Area a cui il cittadino utente si rivolge,dare atto,altresì,che la rilevazione di che trattasi potrà avvenire anche in maniera del tutto anonima,e si informa,pertanto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del D.L.vo 30/06/2003 n. 196, che i dati contenuti nella scheda di che trattasi saranno utilizzati esclusivamente per le finalità,conclude il sindaco Francesco Froio, e nell’ambito del procedimento di cui alla premessa della presente deliberazione e saranno trattati dall’Amministrazione Comunale per le determinazioni di propria competenza ai sensi della normativa vigente.”

 [box type=”bio”] Articolo di Gianni Romano [/box]

Palermiti- si insedia il nuovo sindaco Francesco Aloisi e nomina la giunta

Una grande festa popolare ha suggellato l’insediamento del nuovo sindaco di Palermiti,Francesco Aloisi che ha,nel cortile dell’istituto comprensivo accolto moltissima gente che non ha voluto mancare ad un appuntamento così importante,bandiere tricolori,banda musicale e tanti affezionati che con le loro magliette dedicate alle lista di Aloisi,hanno dato un tocco di colore in più alla bella giornata.Un lungo corteo ha accompagnato il nuovo sindaco fino all’ingresso dell’istituto comprensivo,dove ad attenderlo tra fuochi artificiali si trovavano molte persone.Dopo la lettura della formula di rito,il sindaco Aloisi ha nominato la sua giunta,Roberto Giorla vice sindaco e assessore all’urbanistica,Natale Aloisi presidente del consiglio comunale,Danilo Aiello assessore sport e turismo,Roberto Truglia assessore al commercio e servizi,i consiglieri di maggioranza, capo gruppo Elisa Sestito,Massimo Fulciniti,Pasquale Aloisi,Fiorenzo Sestito,per il gruppo di opposizione Enrico Comi,Domenico Notaro e Domenico Emanuele,mentre Eliano Aiello ha rassegnato le dimissioni per motivi personali,al suo posto entra in consiglio all’opposizione il primo dei non eletti Rocco Loiacono.Presenti alla bella festa tante autorità,il presidente della provincia di Catanzaro Wanda Ferro con il consigliere provinciale Enzo Bruno,i consiglieri regionali Tonino Scalzo e Mario Magno,i sindaci dei comuni di Squillace,Vallefiorita,Girifalco,Montauro,Centrache,Gasperina,Stalettì e di Torre di Ruggiero il presidente regionale di Anapi pesca Renato Alecci,il presidente della comunità montana “Fossa del lupo”Tonino Laugelli,l’amministratore Eugenio Ripepe e molti  altri amministratori del comprensorio,un caldo sole ha fatto da degna cornice alla bella cerimonia,nel corso del suo insediamento il sindaco Francesco Aloisi ha ringraziato tutti quelli che hanno reso possibile questa vittoria,i suoi tanti elettori e il suo legale di fiducia avvocato Giuseppe Pitaro che ha avuto il merito di proporre ricorsi risultati poi vincenti,fino al consiglio di stato in Roma sezione V°,un iter alquanto travagliato,ma come ha ribadito il sindaco Aloisi”,lasciamo tutto  alle spalle ,da oggi sarò il sindaco di tutti e lavorerò per il bene di tutto il paese di Palermiti.”

[box type=”bio”] Articolo e foto di Gianni Romano[/box]

1 19 20 21 22