Montepaone, Fly Over

Ed ecco la nostra bellissima Montepaone Lido! 🏖 Già, non siamo in California.. ci troviamo in Calabria. ✅ È un racconto fantastico di ogni nostra bellezza naturale. Con le meravigliose riprese di Alfonso Sanso ed il sublime montaggio di Simone Farenza, Montepaone Lido sembra rinascere ai nostri occhi e diventare il paese dei sogni. 🏝

Proloco Montepaone

riprese
Alfonso Sanso
montaggio

Simone Farenza

FESTA DEL CORPUS DOMINI

MONTEPAONE (CZ) –  21 GIUGNO 2017 –  Si sono tenuti presso la chiesa matrice di San Giovanni Battista a Montepaone lido, i solenni festeggiamenti per il corpus Domini a cura del parroco don Bernardo Marascio e del vice don Pietro Pulitanò. Dopo la celebrazione della Santa Messa consueta e molto partecipata processione per le principali vie cittadine, presenti l’amministrazione comunale con il sindaco Mario Migliarese, i gruppi di preghiera e di volontariato, i carabinieri della stazione di Soverato e i volontari dell’associazione nazionale carabinieri .La Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Sollemnitas Ss.mi Corporis et Sanguinis Christi)[, o, nella forma straordinaria del rito romano, Festum Ss.mi Corporis Christi[ comunemente nota con le espressioni latine Corpus Domini (“Corpo del Signore”), come in Italia, o Corpus Christi (“Corpo di Cristo”), come nei paesi di lingua inglese e spagnola, è una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica. Si celebra il giovedì successivo alla solennità della Santissima Trinità oppure, in alcuni Paesi tra cui l’Italia, la domenica successiva. Rievoca, in una circostanza liturgica meno carica, la liturgia della Messa nella Cena del Signore (Messa in Cena Domini) del Giovedì santo. La solennità cristiana universale fu istituita ad Orvieto da papa Urbano IV, con la bolla Transiturus dell’11 agosto 1264.

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

 

Montepaone il ricordo di Luca Paone,”il pittore silenzioso.”

Il ricordo non muore mai,e gli amici,la sua famiglia ricordano sempre,giorno dopo giorno,Luca Paone scomparso a seguito di un infarto fulminante che non gli aveva dato scampo,nonostante la sua giovanissima età,molto importante e’ il fatto che mamma vuole ringraziare il gruppo dei ragazzi della capanna,suoi carissimi amici,vorrebbe ringraziarli tutti,uno per uno,ma questo è impossibile,sono tanti ed affidano ai social il loro pensiero e il loro ricordo,oggi come allora,ieri come sempre,foto,pensieri,poesie e frasi,un caro ricordo per Luca, morto da due anni ma sempre vivo nei cuori dei tanti che lo hanno conosciuto ed amato per quello che era,un ragazzo semplice,dedito al lavoro come fabbro,ma pieno di arte e di passione che Luca riusciva sempre a mettere sulle sue tele,Luca una passione innata per l’arte pittorica ma non solo, poesie,il suo estro lo portava a dipingere su tela quadri realistici,presenti anche in qualche mostra del soveratese,uno poi,l’ultimo è rimasto   incompiuto. Ma sua mamma ha deciso di regalare ai suoi amici di sempre il quadro raffigurante la capanna,Luca amava dipingere sul lungomare di Montepaone lido,i colori,il tramonto prendevano una atmosfera diversa,Luca “il pittore silenzioso” ma amava sorridere a chi gli passava accanto nelle sue lunghe giornata davanti al mare jonio,nel golfo di Squillace,una musa la sua perfetta che lo portava a creare arte,la natura quasi complice tra lui e il mare con la sua lunga e bianca spiaggia,e i risultati sono sotto gli occhi di tutti,autentiche opere d’arte. Un suo quadro,l’acquario” ha vinto il primo premio a luglio un premio nel concorso nazionale,la voce del cuore”organizzata a Montepaone,il premio lo aveva ritirato la mamma perché Luca era morto nel mese di maggio,e poi ancora un suo quadro per la copertina di un libro di poesie molto letto.

                                                                                                                                                     Gianni Romano

ha inizio per 85 studenti il percorso di alternanza scuola lavoro

Qual è il filo sottile che unisce il mondo della scuola e quello del lavoro? Sicuramente quello formativo, e grazie a questo percorso e all’imprenditore Pierluigi Monteverdi, ha  preso il via a Montepaone Lido “Benvenuti Studenti”, il progetto di alternanza scuola-lavoro di McDonald’s, presentato  presso il ristorante situato all’interno del Centro Commerciale “Le Vele”.  In una terra come la Calabria dove la parola lavoro,diventa merce rara,invece grazie all’accordo con l’Istituto Tecnico Economico “Antonino Calabretta”, 85 studenti svolgeranno il loro percorso di Alternanza Scuola-Lavoro presso il ristorante McDonald’s.“Benvenuti Studenti” nasce dalla firma di un protocollo d’intesa con il MIUR, e offrirà a 10.000 studenti di licei, tecnici e professionali l’opportunità di svolgere esperienze formative volte allo sviluppo di competenze specifiche e trasversali, all’interno delle strutture McDonald’s.Per quanto concerne gli 85 ragazzi che hanno iniziato in questi giorni il loro percorso di alternanza, l’ITE “Antonino Calabretta” ha concordato, insieme al personale McDonald’s, un progetto formativo integrato che si focalizza su alcuni aspetti che permetteranno loro di toccare con mano quanto studiato sui banchi scolastici. L’obiettivo di Benvenuti Studenti è l’acquisizione e il consolidamento delle cosiddette soft skill, competenze trasversali e relazionali quali la capacità di comunicazione, l’attitudine al lavoro in team, le relazioni interpersonali e il problem solving, capacità fondamentali per l’inserimento in un futuro contesto lavorativo.Gli studenti, seguiti costantemente dal personale McDonald’s con funzione di tutor aziendale, verranno coinvolti nelle mansioni previste dal Piano Formativo concordato con la scuola e il Ministero, utilizzando diverse modalità formative: teoriche in aula, in modalità e-learning e on the job.

Gianni Romano

comunicato stampa

TURISMO: MANCA LA PROGRAMMAZIONE

Gli articoli apparsi sulla stampa in merito alle doglianze manifestate dalla Proloco di Montepaone circa l’indifferenza mostrata da parte dell’Amministrazione Migliarese nei confronti del locale sodalizio, accendono ancora una volta i riflettori sull’inefficienza della gestione amministrativa Montepaone Riparte, già ampiamente denunciata dal gruppo “Impegno e Solidarietà”. Con volontà e generosità il Presidente Farenza e tutti i soci hanno dato, per quanto hanno potuto e saputo, un contributo importante alla programmazione turistica montepaonese, un contributo fatto di tempo e passione, facendo fronte alle difficoltà del bilancio associativo e senza mai essere adeguatamente incoraggiati e sostenuti dall’Amministrazione. Nella missiva indirizzata al Sindaco Migliarese ed inoltrata per conoscenza anche al gruppo di opposizione senza che mai sia stato dato mandato agli uffici di trasmetterla ai consiglieri di minoranza (cosa anch’essa molto grave!) il  presidente Farenza chiede di voler tenere in debita considerazione la collaborazione della locale Proloco per la programmazione estiva e di dar conto del criterio utilizzato per l’erogazione di contributi alle associazioni e soprattutto se è stato ottemperato a quanto previsto dal Regolamento per la concessione degli stessi approvato con deliberazione n. 25 del 27/11/2014 dal Commissario straordinario del Comune ed ancora in vigore. Richieste oltremodo legittime, soprattutto se si tiene conto di quanto dichiarato dall’Amministrazione nel Documento Unico di Programmazione (DUP) da poco approvato in cui si elencano una serie di iniziative e si ostenta una ferrea volontà a collaborare ed incoraggiare le associazioni attraverso azioni di sostegno mirato per preservare la cultura e l’identità locale, essendo il turismo una fondamentale risorsa per il nostro paese. Ad oggi, di questa rivoluzionaria politica di promozione turistica neppure l’ombra, anzi la vicenda della proloco manifesta l’assenza di una seria attività di programmazione e di una lungimirante visione d’insieme. Avevamo condiviso, con un certo entusiasmo, l’iniziativa di creare una sorta di Consulta dell’Associazioni, auspicando che fosse proprio la Proloco a coordinarla, in virtù dello specifico della sua natura associazionistica, ma a quanto pare il progetto è morto sul nascere preferendo la politica dell’una tantum e a seconda degli umori di turno. Rischiamo, anche quest’anno, di doverci accontentare di un cartellone estivo di eventi dell’ultim’ora, costretti, cittadini e turisti, a dirigersi verso i paesi limitrofi capaci di diventare polo di attrazione. A queste, uniamo le preoccupazioni che condividiamo con gli operatori turistici per il ritardo nel completamento del lungomare che, dopo essere approdato all’EXPO di Milano sembra essersi arenato nelle secche della burocrazia, nonostante la pletora di tecnici e progettisti che avrebbero dovuto consegnarci l’opera già a fine dicembre. In merito siamo da tempo in attesa di risposta a seguito degli esposti presentati dal nostro gruppo su presunte irregolarità nell’affidamento degli incarichi. Le ambizioni turistiche di una città sono frutto di un’attività di programmazione seria ed oculata non certo di un processo improvvisato. Senza tener conto del waterfront,  i 30.000 euro previsti nel bilancio dell’ente alla voce Turismo e i 2.000 alla voce Politiche giovanili, sport e tempo libero, rischiano di essere del tutto insufficienti vista la politica perseguita ad oggi in tale settore, troppo spesso mortificato con la scusante delle difficoltà economiche e mentre esprimiamo piena solidarietà e collaborazione a tutte le associazioni che operano nel nostro territorio, ci confermiamo nella convinzione che anche in questo, come in tanti altri settori, l’Amministrazione Migliarese si distingue solo per approssimazione e improvvisazione.

                                                               IL GRUPPO DI OPPOSIZIONE

                                                                    Impegno e Solidarietà

Fratelli d’Italia-AN, nominato nuovo coordinatore per i Territori di Montepaone e Montauro.

Giuseppe Grande, e’ stato nominato da Rosario Aversa, Coordinatore Provinciale Catanzaro Fratelli d’Italia-AN, quale coordinatore per i territori di Montepaone e Montauro.
Giuseppe Grande, avvocato e tributarista è impegnato attivamente nell’associazionismo e nel No Profit, è un giovane ventottenne, fortemente radicato sul territorio, estimatore e difensore delle piccole realtà locali, da considerare una risorsa in un progetto di crescita di politica, anche culturale e propositiva.
“La scelta di Fratelli d’Italia-AN – dichiara Giuseppe Grande – rappresenta la sola ancora di salvezza per la politica, poiché scevra da populismi, una realtà insomma che ancora crede in qualche ideale e che non si sottopone alle schiavitù ed ai servilismi dell’economia e della finanza. E’ giunto il momento di garantire un nuovo corso, fatto di certezze, di politica culturale, che guardi prima di tutto alle radici dei problemi che affliggono la società ed il territorio.” Grande soddisfazione perviene dal coordinamento provinciale Fratelli d’Italia-AN, che dichiara: “Siamo certi che il neo coordinatore Grande, saprà per le sue capacità e per la sua conoscenza dare una risposta alle esigenze dei cittadini, di quanti si riconoscono nel percorso del partito di Fratelli d’Italia-AN, con il contributo e la collaborazione di tutti gli amici che animano e rappresentano la struttura, la mente e la sensibilità del nostro partito.”

Treno travolge tre persone nel tratto Soverato Montepaone

Grave incidente sulla linea ferroviaria jonica all’altezza di Soverato. Un treno avrebbe travolto alcune persone. Un uomo, di cui non sono state diffuse le generalità, è deceduto sul colpo, per cause in corso di accertamento da parte dell’Autorità inquirente, dopo essere stato travolto dal treno in corsa. Dalle prime ricostruzioni dei Carabinieri della Compagnia di Soverato, intervenuti sul posto, sembrerebbe che l’uomo a causa del forte impatto, sia stato letteralmente sbattuto sulle travi in ferro adiacenti al binario, morendo sul colpo. Sul posto anche i Vigili del fuoco di Soverato e di Catanzaro, la Polizia Ferroviaria di Catanzaro Lido e i mezzi di soccorso.Proseguono le ricerche per comprendere se gli altri uomini che si trovavano sui binari al momento dell’impatto (altre due persone secondo le prime testimonianze) siano stati anch’essi stati travolti o se invece si sono dati alla fuga. Le forze dell’ordine stanno conducendo le ricerche con l’ausilio di fotocellule, in quanto il sinistro si è verificato in una zona poco illuminata.

La redazione

QUALE FUTURO PER LA PARROCCHIA DI MONTEPAONE CENTRO ?

Sembrava oramai placata da tempo la protesta all’interno della Parrocchia Maria SS. Immacolata nel centro storico di Montepaone, invece, con l’arrivo del nuovo anno e passate le festività, i parrocchiani hanno ripreso ciò che avevano solamente lasciato in sospeso, sperando che il tempo e soprattutto la sensibilità avrebbe portato ad una soluzione pacata e tranquilla. E si sono riuniti domenica scorsa per dar seguito ad una convinta manifestazione di protesta. “E’ dal mese di settembre infatti,queste le parole del comitato dei fedeli, che in parrocchia non si respira più quell’aria di serenità e comunione fraterna che con sacrificio si era riusciti a concretizzare nel quinquennio precedente. In un attimo è venuta meno l’identità stessa della parrocchia che rappresentava sino a quel momento il luogo in cui la comunità si sentiva unita.” Da allora,continua il comitato, che i parrocchiani non vivono come un tempo i sacramenti, le festività, lo stare insieme, l’organizzare quei momenti di comunione e socializzazione. “Si è in balìa di sacerdoti che svolgono la cura delle anime come un qualunque altro impiego,continua il comitato dei fedeli, scandito da orario di inizio e fine della prestazione lavorativa, come se quello fosse il più alto significato della loro missione, senza badare al contorno, allo stare insieme, a conoscersi vicendevolmente al fine di integrarsi tra la gente; prova ne è la ridottissima partecipazione domenicale, per non parlare di conseguenza, di quella infrasettimanale. Ultimi episodi della scorsa settimana, l’assenza “causa neve” e la mancata vicinanza spirituale ad una defunta, risoltasi poi all’ultimo momento con l’arrivo di un sacerdote del posto.”La comunità parrocchiale è fortemente delusa per essere stata in questi ultimi mesi lasciata sola dai propri rappresentanti ed in particolare da uno dei propri figli che si trova oggi in una posizione tale da potersi impegnare a dovere per il suo paese natio.”Per questi ed altri motivi che i parrocchiani sono intenzionati a dare letteralmente battaglia per ottenere una futura stabile situazione nella propria comunità conclude il comitato dei fedeli,, che possa riavviare quel percorso sospeso per gli anziani, i giovani ed i bambini di Montepaone Centro.”

                                                                                                                                                   Gianni Romano

OLIVADI – Nuovo prestigioso riconoscimento all’I.C “Corrado Alvaro”

QUALITY LABEL NAZIONALE e EUROPEAN QUALITY LABEL ETWINNING 2016

IL RICONOSCIMENTO DI QUALITA’ PER DOCENTI E ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI OLIVADI

Olivadi – La scuola primaria di Olivadi, appartenente all’Istituto Comprensivo “Corrado Alvaro” di Chiaravalle C.le con dirigente scolastico la Dott.ssa Rita Elia, riceve per il secondo anno consecutivo il certificato di qualità nazionale eTwinning. Emozione ancor più grande è stato ricevere, a distanza di un anno, anche il Quality Label Europeo, con il quale sono state insignite le docenti Elisabetta Barbieri, Rattà Giuseppina ed Elisa Fera per l’eccellente qualità del lavoro sul progetto eTwinning “PINOCCHIO: Story of a puppet and Children’s rights”.  Il lavoro svolto dalle docenti e quello degli studenti sia italiani che portoghesi è stato riconosciuto ai massimi livelli europei, anche la Scuola Basica di Vila Nova de Gaia (Portogallo)con la docente Carla Santos, partner progettuale, ha ricevuto le medesime certificazioni . I riconoscimenti vengono rilasciati rispettivamente dall’Unità nazionale e da quella europea (CSS) ai progetti svolti nell’anno scolastico 2015-2016 che hanno raggiunto i requisiti di “qualità” sulla base di sei criteri di valutazione eTwinning. La carriera scolastica delle docenti Barbieri, Rattà e Fera si arricchisce di questa nuova attestazione di merito unitamente ad altri 389 colleghi italiani, a riprova che il fare didattica con le nuove tecnologie dell’Informazione della Comunicazione  ed il favorire un’apertura alla dimensione comunitaria ,consente di sviluppare e fortificare un sentimento di appartenenza e  di cittadinanza europea condiviso anche tra i bambini.

[box type=”info”] la redazione[/box]

il caso del momento……..

Cari amici/lettori,

oggi mi sono svegliato con questo pensiero e lo voglio condividere con tutti voi. Premesso che forse sono stato l’unico a non pubblicare volontariamente sul mio portale Montepaoneweb notizie e servizi vari da “Calalunga”. Ho semplicemente rinunciato a milioni di clic sul mio sito in attesa che le indagini degli enti preposti facessero da contraltare a quanto documentato in video da le “Iene”, con una apparecchiatura non professionale ed in mano ad un giornalista quindi non un tecnico professionista. Oggi che da fonti vicine alle istituzioni arrivano le notizie confortanti che tutti attendavamo, perché è da pazzi pensare che qualcuno potesse augurarsi per la propria terra un risultato diverso, mi aspetto che vi sia da parte delle istituzioni una tale trasparenza da richiedere che la telecamera accesa delle Iene possa riprendere le verifiche sul posto al fine di smentire categoricamente ed in maniera inequivocabile le immagini andate in onda. Solo così ne usciamo!!!!

[box type=”info”] LA REDAZIONE[/box]

1 2 3 4 5 74