Montepaone – rivive ancora la mitica fiat 1100

Al 25° giro automobilistico delle Calabrie, presente come sempre la 1100 Fiat denominata “il nonnino”di Montepaone lido, guidata da Gregorio Macrina. Sguardi ammirati al suo passaggio  e qualche ricordo nostalgico, per una macchina che riesce sempre ad emozionare. Del resto oltre ad essere bella, la 1100 ha ben figurato nel percorso ed ha concluso il giro con un buon piazzamento. Gregorio Macrina è entrato nel mondo dei motori contagiato dalla passione del figlio Saverio, imprenditore di professione ma con l’hobby dei motori. Saverio a differenza del padre, che ama l’andamento lento della sua Fiat 1100,  si cimenta in gare tipo crono scalate  dove da sfogo a prestazioni di rilievo con la sua Renault cc.3000 ed in raduni off road  con un possente fuoristrada Toyota 4×4.
[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – sala didattica Urban Market,si discute di celiachia

Un altro tassello importante alla cultura e alla comunicazione si è aggiunto alla sala didattica dell’Urban Market di Montepaone lido, dove alla presenza di esperti del settore si è discusso di celiachia e vivere senza glutine. Continuano i percorsi culturali organizzati dall’associazione Sgrò servizi che si occupa questa volta di Celiachia. Ad intervenire il professor Antonio Cantaffa responsabile dell’associazione Celiachia Calabria e due medici specialisti ,la dottoressa Rosa Femia e la dottoressa Petrelli. Presente lo chef Christian Dellisanti che ha deliziato il palato dei numerosi presenti. L’incontro è stato moderato dal giornalista Salvatore Condito. Si parte inquadrando il problema per poi allargare la discussione al superamento dei limiti che possono determinare non solo il miglioramento della qualità di vita degli affetti dall’intolleranza ma anche il rilancio commerciale di ristoratori e commercianti. Riassumendo i concetti, la celiachia si delinea come un intolleranza permanente alla gliadina, componente  alcool-solubile del glutine, un insieme di proteine contenute nel frumento nell’orzo, nella segale, nel farro e nel kamutun e come patologia che non ha remissione spontanea. “Da trent’anni, spiega il prof. Cantaffa, abbiamo voluto un’associazione sul territorio per sensibilizzare al problema. Sono tanti gli obiettivi raggiunti che speriamo di allargare a tutti i centri calabresi organizzando corsi di formazione per ristoratori che possono così allargare l’offerta con un menù specifico per celiaci e sopratutto per preparare i cuochi di mense scolastiche ed ospedaliere per garantire al celiaco che si ammala una giusta nutrizione all’interno della struttura. Lavoriamo poi per fare in modo che anche i supermercati adottino sempre di più i prodotti senza glutine fino a qualche anno fa venduti solo in farmacia. “Interessante poi l’intervento della dottoressa Femia che scardina un luogo comune: “La collega Petrelli ha introdotto un tema che mi è caro perché dobbiamo dire quello che spesso non si ha il coraggio di enunciare e cioè che una dieta a basso contenuto di glutine è importante non solo per chi è celiaco ma anche per chi non soffre di questa intolleranza.” Una migliore educazione alimentare per tutti quindi che poi, per quanto si è potuto constatare nella degustazione del menù senza glutine, non sembra così dura da attuare.

[box type=”info”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – ECODAY

riceviamo e pubblichiamo:

Il nostro mare è un’enorme ricchezza da valorizzare. Purtroppo, ogni anno, la straordinaria bellezza della nostra terra viene intaccata da una quantità sempre maggiore di rifiuti di ogni genere che si riversano sulle spiagge. Il circolo culturale parrocchiale e sportivo Porta del Domani, promuove un’iniziativa rivolta proprio ai ragazzi, per sensibilizzarli alla raccolta differenziata, attraverso il riutilizzo dei rifiuti raccolti per la creazione di oggetti di vario genere. Questa iniziativa, con il patrocinio del Comune di Montepaone, della Provincia di Catanzaro e della Regione Calabria, prevede una prima giornata, l’ECODAY, che si svolgerà il 10 Giugno proprio sul lungomare di Montepaone Lido, dedicata alla pulizia delle spiagge,  una seconda giornata, dedicata invece alla pulizia dell’ex campo sportivo ‘Ceramedio’ a Montepaone Centro, e successivi incontri, che inizieranno il 18 Giugno, dove i ragazzi, con l’aiuto  dell’associazione, daranno sfogo alla loro fantasia per poter dare nuova vita alla ‘spazzatura’! Tutte le loro opere verranno poi esposte in una piccola mostra nella serata conclusiva dell’iniziativa, che si terrà il 14 Luglio dalle ore 18:00.  È importante che proprio i giovani entrino in contatto con delle problematiche sempre più concrete ed attuali, in modo da poter contribuire, già da piccoli, alla costruzione di un futuro più sano e pulito per tutti. Ed è proprio con lo spirito di collaborazione e ‘forza di squadra che l’associazione Porta del Domani spinge la popolazione a fare un piccolo passo per un cammino in un ambiente più verde.

Associazione porta del domani

Montepaone – dopo i pulcini anche gli esordienti dell' USD Montepaone calcio raggiungono la finale zonale

Sovvertendo i pronostici della vigilia (lo scorso inverno , la stessa partita, a campi invertiti era finita con una goleada del Soverato V.), ad accedere alla finale zonale del Campionato Esordienti, sono i ragazzi montepaonesi allenati da Mr. D. Trocano che con una grande prova ricca di determinazione, grinta, voglia e passione riescono a rimandare battuti i “cugini” del Soverato V. allenati da Mr. G. Pellegrino. E’ servita l’appendice dei calci di rigore per determinare la vincente in quanto i tre tempi disputati da 20 min. cadauno avevano sancito il risultato di parità per1,5 pt. a1,5 pt. Dal dischetto più precisi i giallo-verdi montepaonesi che vincevano per 4-2 (rigori trasformati da Romano, Mercurio, Corabi e Ienco). Il 1° tempo Mr. Trocano schierava Castanò tra i pali (prestato al ruolo in quanto è un difensore), Marino e Concolino in difesa, A. Procopio e Mercurio sugli esterni, Romano a centrocampo e Carpino di punta. Prima frazione sostanzialmente equilibrata che, però, “premiava” i bianco-rossi ospiti per 1-0 invirtù della rete realizzata sugli sviluppi di un errato rilancio della difesa di casa. Nella seconda frazione l’USD Montepaone Calcio schierava Riso in porta, M. Fiorentino e capitan Anania in difesa, F. Procopio e Celia (un lusso per la ctg. Esordienti appetito da molte società di categorie superiori) sugli esterni, Ienco a centrocampo e Corabi di punta. Era proprio quest’ultimo che portava in vantaggio i suoi ribadendo, con tenacia, in rete un tiro che in precedenza aveva colpito il palo. Occasionissime per raddoppiare per Ienco, Celia e F. Procopio ma un po’ l’imprecisione e la bravura del portiere ospite Lomanno non permettevano il raddoppio ai giallo-verdi. Ci pensava allora il portiere Riso, direttamente con un rinvio dalla propria area, a portare il parziale sul 2-0. Green card (cartellino verde che premia particolari gesti di Fair Play e Tecnici) per lui per la bellezza e la particolarità della segnatura. Finiva, così, senza altri “sussulti” il 2° parziale ed il risultato era di1 pt. ad 1pt.. Il 3° tempo diventava decisivo per l’accesso alla finale di categoria da disputarsi a Cardinale il 17/06/2012 contro il Cardinale Calcio che ha vinto la sua semifinale contro il Badolato. Mr. Trocano riproponeva Riso tra i pali, capitan Anania e Castanò in difesa, Celia e F. Procopio sugli esterni, Ienco a centrocampo e Corabi di punta che sul finire verrà sostituito da Mercurio. “Indiavolati” i gialloverdi di Mr. Trocano che, lottando su ogni pallone, non permettono agli ospiti di fraseggiare, su tutti il pressing asfissiante di Ienco. Procopio F. ha la palla per portare i vantaggio i suoi ma, il suo piattone viene parato ottimamente dal portiere Leone. Era Celia che con un’azione solitaria, dopo aver superato in dribbling un paio di avversari, si presentava a tu per tu con Leone e lo superava con un ottimo diagonale di sinistro. Il Soverato V. non ci stava e reagiva prepotentemente ed andava vicinissima al pareggio in seguito ad una indecisione difensiva, ma il suo attaccante, a porta vuota, tirava incredibilmente a lato. A due minuti dal termine, quando il Montepaone pensava di avercela fatta, ecco l’errore che non ti aspetti. Riso, fino a quel momento tra i migliori, non tratteneva un pallone innocuo e forniva l’assist ad un avversario per l’1-1 che sarà il risultato finale al termine del 3° ed ultimo tempo per il risultato globale1,5 pt. A1,5 pt. (il pareggio al termine del tempo assegna ½ punto a squadra). Per sancire la squadra finalista, il regolamento del torneo prevede i calci di rigore. Più precisi quelli del Montepaone che ne segnano 4 su 5. Meno precisi quelli del Soverato V. che ne segnano soltanto 2 esaltando le doti di Riso come para rigori. Grande esultanza finale tra i ragazzi montepaonesi e gavettoni a gogò tra coloro che hanno giocato e tra quelli che, per regolamento, hanno assistito alla gara: Paparazzo, Riucci, Mesoraca, Lioi, Sinopoli, Galati, Sanso, Gullà, Fiorentino S., Muzzì, Natangelo, Cozza e Sestito. Pertanto,la Scuola Calcio dell’USD Montepaone Calcio dei Responsabili, Antonio Lombardo, Dino Trocano ed Alfonso Gerace piazza, a livello giovanile zonale, due squadre in finale, infatti oltre ai succitati Esordienti anche la ctg. Pulcini il 17/06/2012 a Cardinale gareggerà per il 1 e 2° posto contro il Guardavalle. Ciò, a soli tre anni dalla sua fondazione, ci sembra sia sinonimo di una buona gestione che  sta raccogliendo i frutti non solo da un punto di vista numerico ed organizzativo, ma anche da quello puramente tecnico.

 

Semifinale Campionato Esordienti Zonale figc-lnd di Soverato:

USD Montepaone Calcio / Soverato V. 1,5 pt / 1,5 pt (0-1, 2-0, 1-1) 4-2 d.c.r.

 

Pagelle:

Riso voto 9. Cosa chiedere ad un portiere? Di parare. Lui fa di più realizza anche un goal. Quando nella lotteria dei calci di rigore i suoi sono in svantaggio riesce anche a pararne uno. Il 10 gli sfuma per l’errore al 3° tempo che causa il pareggio ospite. Goleador.

Castanò voto 8. Il 1° tempo in porta non fa rimpiangere Cozza e compie ottimi interventi. Il 3° tempo in difesa con capitan Anania sembrano due “Bronzi di Riace”. Sbaglia quando il Soverato V. fallisce clamorosamente il pareggio. La sua esuberanza fisica è notevole per la categoria. Ecclettico.

Concolino voto 8. Lui è di poche parole, ma di molti fatti. L’anticipo è il suo forte ne sanno qualcosa gli attaccanti soveratesi. Per conquistarsi un posto tra i 14 titolari, in settimana per allenarsi, ha rinunciato alla partecipazione al concerto della scuola. Taciturno, ma premiato.

Marino voto 7. Il Mr. chiedeva grinta e determinazione, ma lui ne ha messa poca. Pulito ed ordinato nei disimpegni difensivi faceva ripartire le azioni d’attacco. Peccato per quell’errore nel 1° tempo che porta il punto agli ospiti. Bonaccione.

M. Fiorentino voto 8: Nonostante dica che il suo Mr. non sa allenare è in campo tra i titolari. Il fisico non sarà quello di Anania e di Castanò ma se c’è da difendere non è secondo a nessuno. Roccioso.

Anania voto 8. Il Capitano nonché secondo “Bronzo di Riace” non sbaglia un intervento difensivo. Vorrebbe anche aiutare i compagni in attacco, ma il Mr. lo “incatena” in difesa. Batte un paio di punizioni da limite, ma non è preciso. Baluardo.

Romano voto 8. Rientrante da malanni di stagione, ha pochi allenamenti sulle gambe e si vede. La corsa ne risente, ma quando riesce a giocare palla è un piacere vederlo per tecnica e classe. Buono un tiro dalla distanza finito poco alto sulla traversa. Un voto in più per aver trasformato egregiamente il calcio di rigore. Pirlo di Montepaone.

Ienco voto 9. Per quanto ha corso e per quanta grinta ci ha messo qualcuno avrebbe voluto fargli l’antidoping. Indiavolato, pressava chiunque gli “ronzasse” a torno. Per poco non entrava anche nel tabellino dei marcatori. Suo il rigore decisivo che ha dato la vittoria ai suoi. Gladiatore.

A. Procopio voto 7. Il Vicecapitano, nonché “bersaglio” preferito dalle urla del Mr. quest’oggi si è ben comportato lottando più del solito e non commettendo errori tattici. Sulla fascia ha più difeso che offeso. Disciplinato.

F. Procopio voto 8. Fallito il tentativo di fargli fare il centravanti il Mr. lo impiega da esterno. Lui lo ripaga con una buona prestazione dopo essersi allacciato le scarpe. Nel 2° tempo e nel 3° tempo non realizza il goal rispettivamente per un pizzico di imprecisione dopo un ottimo tiro a giro e per un’ottima parata del portiere soveratese. Cursore.

Celia voto 9. E’ una fortuna per il Mr. averlo dalla sua parte. E’ una spanna più bravo di tutti, avversari compresi. Realizza un gran goal dopo una entusiasmante azione personale. Se continuerà ad allenarsi con serietà e passione, altri palcoscenici lo vedranno protagonista. Non raggiunge il massimo dei voti per il rigore fallito e per la scarsa vena in fase realizzativa rispetto ai tiri ed alle giocate che effettua. Mostruoso.

Mercurio voto 8. Il fisico non lo aiuta, ma lui lotta e difende sull’amico Lombardo come in poche altre occasioni. Cerca di fare goal ma la palla gli va fuori. Duttile in quanto fa sia l’esterno che il centravanti. Magistrale l’esecuzione del rigore. Piccolo Bomber.

Carpino voto 8. Nell’inedito ruolo di centravanti corre dietro ai difensori ospiti e spreca un sacco di energie. Al volo, su rinvio di Castanò, rischia di segnare un gran goal. Generoso.

Corabi voto 8. Fraseggia ottimamente con Celia e Procopio F.. Con caparbietà porta in vantaggio i suoi nel 2° tempo. Esausto, per aver corso in avanti ed indietro, lascia il posto nel 3° tempo a Mercurio. Ottima la trasformazione del rigore. Peperino.

Paparazzo, Riucci, Mesoraca, Lioi, Sinopoli, Galati, Sanso, Gullà, Fiorentino S., Muzzì, Natangelo, Cozza e Sestito Voto 10: Nonostante non siano della gara (il Regolamento prevede l’utilizzo di soli 14 elementi) non si abbattono ed incitano i compagni con tutte le loro forze. Grande dimostrazione di attaccamento alla maglia e spirito di squadra. Maturi.

Mr. Trocano Senza Voto per conflitto d’interessi. Cerca di caricare i suoi prima della gara ricordandogli la batosta dell’inverno scorso. La squadra lo ascolta e come piace a lui gioca con grande “cattiveria calcistica”, grinta e determinazione. Urlatore.

 

[box type=”info”] La redazione[/box]

Montepaone – saggio di fine anno all'istituto comprensivo

Lezioni al termine e sotto un caldo sole estivo,grande festa con il saggio di fine all’istituto comprensivo “Don Mario Squillace” a Montepaone lido, allo scopo presenti il dirigente scolastico dott.ssa Giovanna Esposito Vivino, il vice sindaco di Montepaone  dott. Michele Malta, l’assessore allo sport e turismo avv. Giuseppe Macrì, il vice sindaco di Montauro Salvatore Bellocci, tutti i docenti. Protagonisti  gli studenti che davanti alle loro famiglie hanno riempito di note e colori il piazzale della scuola.
Un pomeriggio all’insegna della rappresentazione,  ai canti e alla musica con l’esibizione della banda composta dagli alunni. Si iniziava con “punteggiando giochiamo con il corpo”  eseguito dai bambini della scuola dell’infanzia di Pilinga di Gasperina e quelli di Montepaone con i loro docenti per passare poi ad una divertente parodia dei promessi sposi di Alessandro Manzoni, interpretata dagli alunni della scuola secondaria di Montauro per la regia di Rosanna Veraldi,una rappresentazione con riusciti accorgimenti attuali,i bravi che  usavano il telefonino e Renzo e Lucia che chattavano al computer,una rilettura in chiave moderna ben interpretata dai ragazzi che avevano anche i costumi in tema. Si passava poi alla lettura di poesie tra cui  “l’importanza del lavoro e la conquista della dignità umana” interpretata  dai ragazzi della scuola secondaria di Montepaone lido. Cambiando tema e si arrivava alla musica ed i ragazzi delle V calssi di Montepaone lido intonavano, dando prova di buona impostazione, diversi brani tra cui, azzurro di Adriano Celentano, i  watussi di Edoardo Vianello, come un pittore dei Modà. Infine si arrivava all’esecuzione di brani  musicali che venivano suonati dall’orchestra della scuola.Chitarre, violini, flauti e clarinetti riempivano di note il pomeriggio della riuscita giornata ed al termine  il dirigente scolastico la dott.ssa Giovanna Esposito Vivino, ringraziava tutti i partecipanti, le famiglie e gli studenti per il loro continuo impegno.
[box type=”info”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – Montauro : programma AVIS "Tanti colori per un unico dono"

 “Tanti colori per un unico dono” è lo slogan scelto da AVIS Nazionale per celebrare la Giornata Mondiale del Donatore 2012. Il poster è stato ideato dall’Ufficio Stampa di AVIS Nazionale traendo spunto dall’immagine pubblicata sul sito della Croce Rossa della Corea del Sud (http://www.bloodinfo.net/wbdd), Paese che ospiterà le principali manifestazioni in programma quest’anno. Numerosi gli eventi promossi anche da AVIS, come la tradizionale donazione di sangue dei parlamentari italiani, organizzata per mercoledì 13 giugno grazie alla preziosa collaborazione dell’on. Gianni Mancuso, capogruppo dei donatori di sangue del Parlamento. Il 14 giugno, invece, nella sede romana del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Viale Trastevere 76/A, sala della comunicazione del ministro, II° piano) si terrà un convegno promosso da AVIS Nazionale e al quale parteciperà anche il Ministro Francesco Profumo.

 

NEL NOSTRO COMPRENSORIO LA GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE 2012 SARA’ COSI ORGANIZZATA :

IN MONTEPAONE LIDO 10 GIUGNO P.V. PRESSO IL C.S.M. VIA GARIBALDI

IN MONTAURO SUPERIORE 17 GIUGNO P.V. PRESSO IL PALAZZO MADONNA

Il dono di sangue è un gesto semplice e importante, che va compiuto con costanza e periodicità, per garantire sempre e ovunque la disponibilità di questo prezioso elemento.

VI ASPETTIAMO NELLE SEDI AVIS DALLE ORE 8,00 ALLE ORE 12,00 .

 

 

[box type=”bio”] Salvatore Iannelli Presidente AVIS Mointepaone/Montauro[/box]

Montepaone – si conlude la manifestazione "beach volley per tutti”

La due giorni di beach volley organizzata sulla splendida spiaggia di Montepaone lido ha registrato la presenza di migliaia di persone. La spiaggia bianca  si è riempita di mille colori, tante difatti le squadre  di ragazzi e ragazze presenti con circa 500 iscritti a questo importante appuntamento con lo sport. Una manifestazione che ha visto vincere tutti, perché quando lo sport si unisce ai valori fondamentali della vita, come l’aiuto per la ricerca sul cancro allora l’ importante è esserci. L’evento dedicato alla memoria di Luigi Fazzari e Giandomenico Codispoti, due ragazzi soveratesi strappati alla vita in età giovanile da mali incurabili , è stato organizzato da GSS Sport e dal vice-allenatore dell’Assitur Volley Soverato, Antonio Stella, con il patrocinio del Comune di Montepaone. Ha avuto come obiettivo la partecipazione al gioco del beach volley, rivolto soprattutto ai più giovani, ma non solo. Erano previste, infatti, diverse categorie di giocatori: Under 13 femminile, 14, 16 e 18 misto, 2×2 e 3×3 misto, accompagnatori e minivolley. Presenti  il consigliere provinciale avv. Massimo Rattà unitamente ad esponenti dell’amministrazione comunale di Montepaone con l’assessore allo sport  avv. Giuseppe Macrì, i rappresentanti dell’Assitur Volley Soverato, Salvatore Chiefalo, in rappresentanza del Gruppo BNL-Telethon, e Cettina Stanizzi, Presidente Provinciale della L.I.L.T. (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori). Il torneo arrivato alla settima edizione come ricordato da  Antonio Stella  ” richiama gente da tutta la Calabria, desiderosa di parteciparvi. La manifestazione è nata soprattutto per i bambini, che col tempo sono poi cresciuti, per cui siamo stati costretti ad allargare la fascia di età dei giocatori”.  Stella ha precisato che per il torneo, la spiaggia di Montepaone Lido è stata una location eccezzionale; sono, infatti, stati preparati oltre 30 campi di gioco, e ha spiegato il format della manifestazione: Ringrazio la FIPAV Regionale e la FIPAV di Catanzaro per la loro partecipazione e collaborazione”. I saluti istituzionali erano presentati dal consigliere provinciale avv. Massimo Rattà che ha elogiato l’organizzazione  ringraziandola per aver veicolato migliaia di presenze a Montepaone, augurandosi che il prossimo anno si possa ripetere l’evento. Prendeva successivamente la parola l’Assessore Macrì, che ha definito l’evento come “un’opportunità importante, e che il Comune di Montepaone è stato ben felice di attuare questo progetto”.  Salvatore Chiefalo, in seguito, ringrazia Montepaone, e assicura “il massimo impegno per la buona riuscita del programma da parte di BNL-Telethon, che è onorata di appoggiare l’evento, e certamente vigilerà affinchè i fondi raccolti siano destinati alla ricerca,  specie per le malattie che colpiscono gli sportivi, come la S.L.A. Ricordo – incalza Chiefalo – che Telethon è attiva tutto l’anno, e non solo in questi due giorni, e siamo soddisfatti che queste manifestazioni si svolgano al Sud, che ovviamente beneficerà dei vantaggi della nostra raccolta di fondi”.

[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – cede la sbarra del passaggio a livello

E’ risaputo che la linea ferrata jonica sia obsoleta e da risistemare. A testimonianza di quanto affermato è di questi giorni l’improvviso crollo della sbarra del passaggio a livello che ancora permane a Montepaone lido in pieno centro abitato. La caduta che fortunatamente non ha provocato danni a persone o cose si è verificata mentre era in procinto di passare una locomotiva. Sul posto arrivava tempestivamente una aliquota del nucleo radiomobile della compagnia carabinieri di Soverato, che in attesa del personale tecnico delle ferrovie per la messa in sicurezza del passaggio a livello faceva transitare il treno con velocità cosiddetta “a vista”, quasi a passo d’uomo. Ad oggi Montepaone lido è tra i pochi centri  costieri  dove ancora sono in funzione i passaggi  a livello, cosa questa che specialmente nel periodo estivo provoca gravi disagi alla circolazione con colonne di auto  sulla vicina statale ex 106 jonica in occasione della loro chiusura per il passaggio dei pochissimi treni circolanti sulla linea jonica. La cittadinanza da tempo si interroga  sulla possibilità, come nei paesi contermini, della risoluzione del problema con la creazione di sottopassi ferroviari.

[box type=”bio”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – fiera dell’antiquariato

L’amministrazione comunale di Montepaone guidata dal sindaco dott. Francesco Froio nel calendario degli appuntamenti primavera/estate ha inserito la fiera dell’antiquariato. L’evento prende vita ogni seconda domenica del mese, nei pressi della villa comunale e vede partecipi molti espositori, qualcuno proveniente anche da fuori provincia. Nella prima esperienza tante le bellezze esposte, dai mobili antichi, testate di letti in ferro battuto di altri tempi disegnate e bordate di madre perla, ai  grammofoni, radio antiche a valvole, dischi a 78 giri, cartoline con scatti d’epoca, francobolli e numismatica, oggettistica varia. Complice la bella giornata di sole, buona la presenza di appassionati che come sempre in queste occasioni grazie al passaparola arrivano da ogni località per apprezzare e sorridere con nostalgia davanti ad oggetti antichi e carichi di ricordi. Alla fiera dell’antiquariato di Montepaone lido, si può in modo del tutto gratuito esporre la propria mercanzia datata anche per effettuare il baratto, che costituisce una condizione fissa in questi mercati d’autore. Molto soddisfatto il sindaco dott. Francesco Froio, ”questa è la Montepaone che vogliamo, piena di visitatori che come in questa occasione approfittano della mostra dell’antiquariato per godere delle bellezze della nostra cittadina, il nostro impegno,continuava il sindaco è costante e siamo sempre alla ricerca di iniziative come queste che fanno veicolare centinaia di presenze nel nostro paese.”

[box type=”info”] da un articolo di Gianni Romano[/box]

Montepaone – convegno associazione "Solidales" su legalità e percorsi educativi

Si è tenuto un affollato incontro presso la sala convegni del villaggio Estella a Montepaone lido, per discutere di legalità e percorsi di educazione e solidarietà. L’iniziativa  è stata organizzata dall’associazione Solidales in sinergia con il centro servizi di volontariato della provincia di Catanzaro.Presenti  allo scopo  il procuratore aggiunto del tribunale di Reggio Calabria, Nicola Gratteri e il presidente dell’ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri.  Tante le autorità civili e militari presenti e  numeroso il pubblico accorso ad  ascoltare il giudice Nicola Gratteri considerando che  è sempre un grande piacere ed un motivo valido per conoscere un fenomeno diffuso come la ’ndrangheta. Temi forti, affiliazioni, modelli di vita estrema, di questo si è discusso con la partecipazione degli studenti dell’istituto comprensivo. Proprio agli alunni presenti il compito di leggere alcuni brani, tratti da testi che si sono occupati di mafia e antimafia, presente anche l’attrice Anna Maria De Luca che ha letto con passione e trasporto un brano di Leonida Repaci, ma la sala era tutta per Gratteri,i presenti  aspettavano l’intervento che si è dimostrato quello atteso alla vigilia, uno spaccato di vita calabrese, fatti, nomi e situazioni che rendono il fenomeno ’ndrangheta diffuso in tutto il mondo. Il giudice nel suo discorso ad una sala attenta e partecipe diceva come nel corso degli anni avesse spesso incontrato i giovani tentando di parlare il loro linguaggio. Non serve fare filosofia sulla mafia ma spiegare i motivi per cui non conviene delinquere, continuava Nicola Gratteri. Più volte ho spiegato che entrare nella mafia vuol dire intraprendere un percorso senza uscita e che l’apparente ricchezza viene maledetta nel momento in cui da semplici servi dei grandi capi si finisce in galera.” “Sono in pochi quelli ad arricchirsi con la ndrangheta  e sono i capi mafia, continuava Nicola Gratteri, i predestinati a divenire capimafia sono i figli di chi ha questa carica in tutta la storia della ndrangheta solo pochissimi casi contano l’escalation di un semplice picciotto. È importante,continuava Nicola Gratteri, capire quindi che divenire un corriere della droga finisce per essere una condotta alla perdita della libertà anche attraverso la morte.” Nicola Gratteri diceva poi agli alunni” di studiare per divenire capaci di superare onestamente i concorsi e raggiungere posti rilevanti senza il bisogno dell’aiuto di nessuno e di protestare se i loro professori non svolgono appieno il loro lavoro.” Ma Nicola Gratteri continuava dicendo che una riforma della scuola e del sistema giudiziario secondo il suo punto di vista sono le basi per sconfiggere la ndrangheta che altrimenti “non si sconfiggerà mai”. Gratteri smentisce quanto detto dal presidente della repubblica  Napolitano “Non serve lanciare messaggi ottimistici se non si cambiano le cose la ndrangheta non si sconfiggerà capisco che tutti cercano l’equilibrio ma io non sono uomo di equilibrio e non mi piace prendere in giro nessuno.”

[box type=”bio”] Articolo e foto  di Gianni Romano[/box]

 

1 70 71 72 73 74