interrogazione del Gruppo Consiliare Impegno e Solidarietà al sindaco di Montepaone

Con una interrogazione a risposta scritta,I consiglieri del gruppo  del gruppo di opposizione in consiglio comunale,“Impegno e Solidarietà-Montepaone”,chiedono al sindaco di Montepaone Mario Migliarese,l’utilizzazione dello stabile situato nella frazione Timponello e al momento non utilizzato,Visto  l’ art. 12  del “Regolamento sull’organizzazione e funzionamento del Consiglio comunale”  Considerato che  è ubicato nella frazione Timponello di Montepaone, uno stabile comunale (ex scuola) non più utilizzato,Atteso che non è riscontrabile ad oggi, ex L.241/90 ai fini della trasparenza della p.a., sull’albo pretorio comunale on-line , alcun provvedimento circa l’utilizzo dello stesso,INTERROGANO Il Sindaco e la Giunta per sapere quali idee e/o proposte  si intendono sviluppare in merito all’utilizzo dello stabile;fornire  delle delucidazioni e/o notizie sulle modalità di utilizzo dello stesso qualora fosse stato già destinato;indicare l’eventuale provvedimento di assegnazione e la tipologia di contratto di locazione con il relativo importo stimato.”

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

Montepaone – la minoranza chiede che venga istituito il CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

I  Consiglieri Comunali del Gruppo “Impegno e Solidarietà-Montepaone” , sono strenuamente convinti che, la questione “giovani” non debba essere più oggetto di ulteriori ed ulteriori sperimentazioni, ma che questi giorno dopo giorno debbano invece essere oramai attori protagonisti della crescita della nostra comunità ed artefici di tutte le più importanti dinamiche sociali, garanzie di tanto zelo e pro positività. “PREMESSO CHE: – il Consiglio Comunale Giovani e il Consiglio Comunale Ragazzi (sigle C.C.G. e C.C.R.) sono organismi istituzionali consultivi, creati in alcune località italiane e straniere, modellati sul Consiglio comunale “adulti”, ma composti di soli ragazzi e adolescenti; – l’istituzione dei C.C.G. in Italia è un percorso che è stato aperto dalla legge 285 del 28 agosto 1997 (Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l’infanzia e l’adolescenza), che riprende quanto già contenuto nella ratifica ed esecuzione della Convenzione sui diritti del fanciullo; in particolare, l’art. 3, comma 1, lettera d) e l’art. 7, comma 1, lettera c) della legge n. 285/1997, incentivano la realizzazione di azioni positive per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per l’esercizio dei diritti civili fondamentali, anche mediante misure volte a promuovere la partecipazione dei bambini e degli adolescenti alla vita della comunità locale, anche amministrativa;- l’art. 6 dello Statuto di questo Comune contempla l’Istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi  allo scopo di favorire la partecipazione dei ragazzi alla vita collettiva  con il compito di deliberare in via consultiva nelle seguenti materie: politica ambientale, sport, tempo libero, giochi, rapporti con 1’associazionismo, cultura e spettacolo, pubblica istruzione, assistenza ai giovani e agli anziani, rapporti con l’Unicef. Ai sensi del D.Lgs. 267/2000 e dell’art. 8 del Regolamento del Consiglio del Comune di Montepaone, con la presente richiedono l’inserimento del seguente argomento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale: CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI, ISTITUZIONE E  APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO CHE NE DISCIPLINA IL FUNZIONAMENTO.Le modalità di elezione e il funzionamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi saranno stabilite con apposito regolamento . Per quanto attiene il REGOLAMENTO si propone che l’elaborazione dello stesso, prima dell’esame e dell’approvazione, sia affidata agli organi scolastici dell’Istituto comprensivo statale “Mario Squillace” unitamente alle rappresentanze dei genitori, per favorire, attraverso un adeguato percorso didattici di formazione, la rappresentanza democratica, la partecipazione e l’impegno dei più giovani alla vita della propria comunità.”

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

Montepaone – consiglio comunale

Si è svolta un’importante seduta del Consiglio Comunale di Montepaone. In vista della ormai prossima approvazione del bilancio, il civico consesso ha approvato alcuni provvedimenti propedeutici in materia di tributi locali. In un clima disteso e costruttivo maggioranza e opposizione si sono confrontate in tema di TARI, TASI e IMU. Il primo punto all’ordine del giorno prevedeva l’approvazione del nuovo regolamento sulla tari. Nella sua relazione il Sindaco Mario Migliarese ha evidenziato che: “Questa imposta è stata istituita per coprire i costi del servizio dei gestione dei rifiuti. Le modifiche introdotte al regolamento rispetto all’anno 2014 sono marginali e si sono rese necessarie per recepire modifiche di legge”, non rinunciando però a correggere possibili distorsioni nell’applicazione del tributo. Le modifiche sono state giudicate positivamente anche dall’opposizione che ha unito i propri voti a quelli della maggioranza. La stessa unità di vedute non si è verificata sull’approvazione del piano finanziario per la determinazione dei costi del servizio e sulle tariffe. Il sindaco ha sottolineato che grazie all’introduzione della raccolta finanziaria il costo del servizio è diminuito da 870 mila euro a 749 mila, con benefici che ricadranno sui cittadini, in termini di abbassamento dell’imposta. L’opposizione ha sottolineato la non esaustività e intempestività del piano sottoposto all’attenzione del consiglio, sul quale non ha inteso esprimere voto favorevole. Per tutte le imposte quali Imu e Tasi, la nuova amministrazione ha proposto la conferma delle aliquote e delle scadenze già in vigore negli anni passati. Scelta motivata dal fatto che essendo già trascorsi sette mesi del nuovo esercizio finanziario non è stato tecnicamente possibile introdurre delle modifiche. Tuttavia la maggioranza ha annunciato che è allo studio la possibilità di consentire la domiciliazione bancaria dei pagamenti e, dai prossimi anni, anche un’articolazione dei pagamenti distribuiti su più rate. L’opposizione si è dichiarata d’accordo in linea di principio sulle modifiche annunciate ma ha chiesto che venissero adottate già da quest’anno. In particolare sull’aliquota Imu ha sottolineato che ci potrebbero essere i margini per un abbassamento già da quest’anno. Per questo motivo su tali punti ha scelto la linea dell’astensione. Il Sindaco ha infine sottolineato che a partire dal bilancio 2016 ci saranno novità anche sull’applicazione dell’addizionale IRPEF comunale, quest’anno confermata allo 0,75, per la quale verrà introdotto un sistema progressivo. Un consiglio comunale molto tecnico sul quale ha certamente pesato la circostanza che buona parte dell’anno 2015 è già trascorso, e dunque si è trattato di ratificare scelte già di fatto operanti.

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

Montepaone – in via sperimentale la sosta con il disco orario

Con apposita delibera di giunta si approva in via sperimentale la sosta con il disco orario sulla trafficata via nazionale,specialmente nel periodo estivo. A dirlo l’assessore Francesco Lucia,l’Istituzione di sosta regolamentata a disco orario su Via Nazionale lato destro (direzione Soverato) – tratto compreso tra T/sa S. Francesco e Via Beato Padre Pio. Questo vista  la direttiva impartita dall’Assessore alla Viabilità, finalizzata all’istituzione della sosta regolamentata con disco orario ,avute presenti le caratteristiche tecniche della strada di Via Nazionale in relazione al traffico che vi si svolge, in particolare nel periodo estivo a causa dell’ aumento del flusso turistico, delle attività commerciali nonché di servizi di pubblica utilità,ravvisata pertanto la necessità di riordinare la regolamentazione della sosta su via Nazionale al fine di garantire un più fluido e razionale utilizzo delle aree di sosta ed un miglior funzionamento della circolazione stradale e della sicurezza degli utenti,preso atto  che l’istituzione della sosta regolamentata garantisce anche la possibilità della sosta momentanea per effettuare operazioni di carico e scarico ai fruitori delle attività commerciali e ai residenti. “Ritenuto,dice l’assessore Francesco Lucia,opportuno, per quanto sopra e in via sperimentale, istituire quindi in zona, due stalli per consentire la sosta regolamentata con disco orario di 30 minuti dalle ore 08.00 alle ore 20.00,VISTO L’ ART. 107 DEL Dlgs. 267/2000;VISTO il combinato disposto degli artt. 5 c. 1. e 7 c 1° del Nuovo Codice della Strada approvato con D.to Leg. Vo dd. 30.04.1992 nr. 285 e successive modifiche e di integrazioni. “ Si ORDINA-In via sperimentale l’ istituzione della sosta regolamentata a disco orario per la durata di 30 minuti compresi i giorni festivi, dalle ore 8,00 alle 20,00, su Via Nazionale lato destro (direzione Soverato) – tratto compreso tra T/sa S. Francesco eVia Beato Padre Pio.-E’ fatto obbligo ai conducenti di segnalare in modo chiaramente visibile dall’interno del veicolo (parabrezza anteriore) l’orario di inizio della sosta.”

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

ripulita la fontana “Vrisi”

L’intervento sui tubi di canalizzazione comporterà una maggiore captazione di acqua. Dopo  la strada che dal centro abitato conduce alla fontana, è  stata effettuata la pulizia della grotta della sorgente “Vrisi”. La pulizia dei tre tubi di canalizzazione comporterà una maggiore captazione di acqua. «Per questo – dice il sindaco Gregorio Gallello – ringraziamo Franco Riillo, Gianni Carchidi e Giuseppe Carchidi». La sorgente “Vrisi” è un’antica sorgiva che alimenta l’omonima fontana. Simbolo della cultura contadina del posto,  è sempre stata uno dei luoghi preferiti da cui, specie in estate, attingere l’acqua.

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

al via il Progetto preliminare per il recupero del vecchio ponte “ E Ciucciu” sul torrente “Grizzo”

L’amore per il suo paese si misura sicuramente con la valorizzazione del patrimonio- storico-culturale,un serbatoio a cui attingere e valorizzare quanto di valido c’è al suo interno e in questo ambito il comune di Montepaone con l’assessore Francesco Lucia sta avviando le procedure per la presentazione delle domande di contributo al Gal delle serre alta locride.- Il GAL Serre Calabresi Alta Locride S .C. A. R .L. in attuazione del PSL “Terrae Nostrae” in coerenza con quanto contenuto nel piano di sviluppo rurale della Calabria 2007 – 2013, Asse IV – approccio Leader ha pubblicato il bando con le modalità e le procedure per la presentazione delle domande di aiuto, tra cui l’ intervento 3.1.2. “ Ecovillaggi. Recupero di complessi e unita di edilizia storica rappresentativa del sistema economico rurale per destinazione museale o socio – culturale,patrimonio pubblico” misura 323 – tutela e riqualificazione rurale;- l ’amministrazione comunale nell’ottica del recupero di opere infrastrutturali di pregio a valenza storico culturale ha intenzione di effettuare lavori di recupero/ ripristino al vecchio ponte denominato “e Ciucciu” sul torrente “Grizzo” le cui spalle e il piede sono soggette a erosione continua, provocando così problemi di staticità;- a tal proposito al fine della partecipazione al bando di cui sopra per l’assegnazione delle somme necessarie per il recupero e messa in sicurezza del vecchio ponte “ e Ciucciu “ è stato dato incarico al locale Ufficio Tecnico LL.PP. per redigere apposita progettazione preliminare;L’ufficio Tecnico ha semplicemente redatto la progettazione di cui all’importo complessivo di €15.000,00.

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

disservizi alla posta,il sindaco Migliarese scrive alla direzione generale

Ufficio postale di Montepaone lido,tre sportelli con tre operatore nel periodo invernale ma che diventano due sportelli nei mesi estivi cono solo due operatori,quando la popolazione supera di molto le ventimila presenza,una lunga fila di attese e di disservizi,e sulla scorta di questo,con vigore sempre maggiore continua l’impegno del Sindaco di Montepaone, Mario Migliarese, per offrire, a cittadini e turisti, dei servizi con standard qualitativi elevati e che raggiungano in egual misura tutte le zone del vasto territorio della cittadina. Con nota  indirizzata alla direzione centrale delle poste Italiane, il Sindaco ha richiesto il potenziamento della dotazione organica dell’ufficio di Montepaone Lido e la riapertura quotidiana di quello del Centro storico. Per quanto riguarda l’ufficio della frazione costiera è stato evidenziato che la stessa è abitata nel periodo invernale da circa quattromila persone. Nella stagione estiva la popolazione aumenta sensibilmente, considerata la spiccata vocazione turistica della località. Tuttavia l’Ufficio Postale continua ad operare con il medesimo numero di dipendenti della stagione invernale. E’ evidente che la dotazione organica, già insufficiente per far fronte alle esigenze ordinarie di Montepaone Lido, diventa gravemente sottodimensionata nei mesi estivi. Tale situazione crea disagi all’utenza, costretta ad affrontare lunghe code e tempi di attesa considerevoli, prima di poter accedere al servizio. Per questo motivo, il Sindaco ha richiesto alle Poste Italiane il potenziamento del contingente del  personale operante presso l’ufficio di Montepaone Lido. L’attenzione del Sindaco Migliarese si è concentrata, allo stesso modo, sull’ufficio Postale che serve il centro Storico. Già ai tempi in cui guidava l’opposizione consiliare, Migliarese aveva sollecitato la maggioranza del tempo ad intervenire, affinché fosse ripristinata la piena operativa delle Poste nel Centro Storico; da Sindaco di Montepaone, ha ripreso la sua vecchia battaglia. Le Poste Italiane  sono state sollecitate a rivedere la decisione di tenere aperto l’ufficio del centro storico solo a giorni alterni. Ad avviso del Sindaco tale scelta aziendale lede gravemente gli interessi dei cittadini del Centro Storico, la cui popolazione è composta prevalentemente da anziani, che hanno più difficoltà a muoversi e a superare la distanza di 7 KM che separa la zona collinare dalla frazione marina. La chiusura parziale dell’Ufficio rappresenta un ulteriore fattore di isolamento della popolazione residente nel Centro storico e ne incentiva lo spopolamento. Inoltre nella stagione estiva l’aumento della popolazione interessa anche il centro, e l’apertura a giorni alterni non è in grado di assicurare un servizio adeguato. In coerenza con alcune importanti decisioni adottate recentemente dalla sua Giunta, il Sindaco mantiene alta la sua attenzione nei confronti del centro storico, impedendo che lo stesso venga spogliato dei pochi servizi di cui ancora gode ed anzi battendosi perché gli stessi vengano potenziati e migliorati.L e politiche anti spopolamento ripartono da questi primi passi e Migliarese  assicura che anche in futuro continueranno ad occupare un posto di rilievo nella sua azione amministrativa.

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

comunicato stampa del gruppo consiliare IMPEGNO E SOLIDARIETÀ

Lo aveva annunciato in campagna elettorale il candidato a sindaco Saverio Candelieri che avrebbbe inteso promuovere un nuovo modo d’intendere l’azione amministrativa; con i consiglieri Fulginiti, Gerace e Totino si sono messi subito al lavoro per far valere come gruppo di opposizione le idee e i contenuti tracciati nel programma elettorale di Impegno e Solidarietà per Montepaone. Dopo l’ultimo consiglio comunale in cui il gruppo ha avuto modo di distinguersi per una attenta ed articolata analisi delle proposte di deliberazioni e aver tra l’altro proposto la dilazione della Tari e l’abbassamento di un punto percentuale dell’aliquota Imu con apposito emendamento a saldi di bilancio invariato, arriva adesso la proposta dell’adozione del Regolamento per l’attuazione del “baratto amministrativo”.
Convinti sostenitori di un modo di fare politica controcorrente, basato sulla concretezza e sui contenuti, lontani dalle polemiche e dalle sterili contrapposizioni che lasciano il tempo che trovano, i consiglieri di Impegno e solidarietà hanno inteso opportuno formulare all’indirizzo dell’Amministrazione Comunale tutta alcune proposte, facilmente realizzabili e di indubbia utilità sociale nell’ottica apportare notevoli e immediati benefici alle condizioni di vivibilità dei cittadini e di immagine e decoro del territorio.
Si tratta di proposte già adottate con successo  numerose città italiane e anche della nostra regione con ottimi risultati. La legge dello Stato n. 164 del 2014, “Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio” prevede,infatti, la possibilità di deliberare riduzioni o esenzioni di tributi a fronte di interventi per la riqualificazione del territorio, da parte di cittadini singoli o associati, quali “la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. Questa iniziativa,  dichiarano i consiglieri di Impegno e solidarietà,  va anche nell’ottica di ricucire il rapporto tra cittadini e istituzioni che è andato in generale a disgregarsi a causa di un’antipolitica galoppante, fenomeno che induce tutti ad una seria riflessione ed a provocare uno scatto d’orgoglio per aiutare i cittadini ad acquisire il senso civico di corresponsabilità e a non  limitarsi solo a chiedere soluzioni ed interventi per la risoluzione delle problematiche locali, ma anche e soprattutto a tutelare insieme ciò che il territorio può offrire in termini di servizi e spazi pubblici. “Le nostre proposte da sole non bastano”si legge nella nota di Impegno e solidarietà. “ora chiediamo alla maggioranza di fare la propria parte affinché il “baratto amministrativo” possa essere un ottimo intervento da attuare nell’immediato, prendendo ispirazione dalle difficoltà che sempre più concittadini incontrano nel far fronte al pagamento dei tributi comunali e al recupero delle  somme evase, di cui il Comune  è creditore. Per il Comune i vantaggi sarebbero duplici: i contribuenti in difficoltà sarebbero messi in grado di versare quanto dovuto ed il Comune usufruirebbe di un grande aiuto, in un periodo in cui le risorse scarseggiano, i tagli  nella gestione amministrativa e i trasferimenti  rendono sempre più difficile l’amministrazione della cosa pubblica”

Gruppo Consiliare IMPEGNO E SOLIDARIETÀ

assistenza anziani a Montepaone

Il Comune di Montepaone,  in questi giorni ha attivato il servizio di assistenza domiciliare per anziani non autosufficienti. Il progetto il cui iter era stato avviato già da qualche tempo, rientra nell’ambito del Piano di azione e coesione, e vede come capofila del sottoambito, in cui rientra Montepaone, il Comune di Soverato.Nei giorni scorsi, gli uffici del Comune, alla presenza dell’Assessore alle politiche sociali Maria Assunta Fiorentino, hanno provveduto alla distribuzione dei voucher agli anziani aventi diritto. Il servizio di assistenza domiciliare consiste in interventi da fornire ai cittadini al fine di favorire la permanenza nel loro ambiente di vita attraverso un complesso di prestazioni socio assistenziali. Le prestazioni verranno erogate per il tramite di cooperative impegnate nel settore sociale che hanno selezionato le operatrici in possesso delle qualifiche richieste dalle norme. Ogni assistito riceverà le prestazioni per un totale di sette ore settimanali, per i prossimi sei mesi. Per il comune di Montepaone gli anziani coinvolti nel progetto sono sedici. L’assessore ai servizi sociali Fiorentino ha espresso viva soddisfazione per l’avvio  del progetto, rimarcando l’accelerazione impressa con l’insediamento della nuova amministrazione, evidenziando inoltre l’ottimo lavoro svolto dagli uffici comunali preposti, che hanno curato e istruito l’iter amministrativo.  “Il progetto di assistenza avviato oltre a fornire un valido supporto agli anziani non autosufficienti  garantisce il coinvolgimento di operatrici del posto”. Sempre nell’ambito dei Piani di azione e coesione,in collaborazione con il comune Capofila di Soverato, è possibile partecipare all’avviso, pubblicato sull’albo on Line dell’ente, per l’accesso ai servizi per l’infanzia, presso strutture accreditate, indicate nel suddetto avviso. Inoltre è in via di attivazione un ulteriore  progetto di assistenza, promosso dall’Unione dei comuni Versante Ionico, rivolto ad anziani e disabili, che coinvolgerà sia utenti che operatori. L’attenzione dell’amministrazione Migliarese per i servizi sociali continuerà anche nei prossimi mesi, attivando per avviare nuove iniziative anche per altre categorie di cittadini che necessitano di supporto e sostegno.

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

il gruppo di opposizione critica la maggioranza

Montepaone (CZ) – Il gruppo di opposizione “impegno e solidarietà”critica il gruppo di maggioranza.”In questi ultimi giorni, si sono presentate alcune altre situazioni sulle quali , il gruppo consiliare di minoranza di Montepaone “ Impegno e Solidarietà” è chiamato  a riflettere e soprattutto  è spinto a chiedere un intervento serio ed importante da parte del gruppo di maggioranza. Non crediamo  che possa  o debba destare meraviglia  e sorpresa un modo di operare dell’attuale minoranza , che ha voglia di essere vigile e presente verso emergenze e circostanze di respiro generale , e lo prova a fare con i mezzi e con i tempi di cui dispone. Veramente atipico e di scarsa comprensione sarebbe il contrario.”Da qui, anche la ragione, di questo comunicato stampa che, vuol porre l’accento su problematiche che si trascinano ormai da anni e che noi vorremmo, come è ragionevole lo voglia anche la maggioranza, venissero moderate e risolte ,  ma  che  non fanno altro,  ahinoi, che continuare a   contaminare ed influenzare negativamente l’immagine del nostro territorio  e della nostra comunità. La nostra vista non è ciclopica, e quindi avremo notato tutti, le condizioni in cui versava il mare nei giorni scorsi. Non possiamo che condividere il parere espresso dal Sig. Rosario che,qualche giorno addietro,  dalle pagine di alcuni siti di informazione,  ha suonato un campanello d’allarme sullo stato di inquinamento del  mare nella nostre zone, nonostante ancora non formidabile sia la presenza di turisti e di bagnanti. Situazione che  pertanto  rischia di aggravarsi nei prossimi giorni, se non si riesce ad individuare  la causa e porre in qualche modo rimedio. “Non da meno è ovviamente la questione legata alla carenza idrica in alcune zone del nostro territorio, secondo quanto  lamentato da molti cittadini residenti e non di Via degli Aurunci,  Via Caracciolo, Via Marina, zona Calaghena ed altre. “Pure questa situazione si ripete da diversi anni e chiaramente  finisce per accentuarsi nei periodi estivi, provocando  disagi  alla cittadinanza. “Non possiamo dimenticare inoltre gli incendi che devastano vaste aree del territorio , distruggendo alberi secolari, la  flora e la  fauna, mettendo così in pericolo anche le abitazioni e di conseguenza l’incolumità degli abitanti  e, a tal proposito,  vogliamo rammentare l’incendio verificatosi nella giornata del 20 Luglio a Montepaone  Centro , sviluppatosi poi fino a tutta la zona di Calaghena e domato solamente in tarda notte. “Pensiamo possa rivelarsi una soluzione appropriata , nell’attività di controllo e prevenzione del nostro patrimonio turistico e paesaggistico, avvalersi del coinvolgimento di formazioni di volontari specializziate nella difesa ambientale.Se non dovessero concretizzarsi in breve termine delle opere e degli interventi confacenti all’entità delle circostanze di criticità analizzate, a nostro parere, sarà impervio rilanciare e far ripartire Montepaone come centro di attrazione nella zona del soveratese. Per questo, noi, come primo servizio, in assoluto, intendiamo la sicurezza. Alla luce di tutto ciò il gruppo consiliare di minoranza “ Impegno e Solidarietà -Montepaone”, ha inteso inoltre incontrare il Sindaco Migliarese , col fine di rimarcare tali problematiche sopra esposte, e mediante un’attività sinergica con gli uffici competenti e il gruppo stesso di maggioranza , garantire alla cittadinanza risposte positive nel più breve tempo possibile.In ultimo,  con una nota a margine, vorremmo conoscere le ragioni della costante e perseverante presenza del simbolo di una lista civica e non quello dell’Amministrazione Comunale all’interno di  comunicazioni inerenti  eventi e servizi che andrebbero pubblicizzati, a nostro parere, sul portale  istituzionale dell’Ente e non veicolati su facebook o altri siti… quasi per continuare una sorte di perenne “campagna elettorale” di cui Montepaone oggi non sente la necessità. Si rammenta il caso della pubblicazione di  manifesti per la  consegna dei mastelli per la raccolta differenziata  ed in precedenza in ordine all’annuncio della convocazione del primo Consiglio Comunale.Vogliamo far finta di non aver visto o, se preferibile,  di non aver compreso le reali finalità di questa scelta, secondo noi poco felice ed inopportuna; altri  infatti sono  gli argomenti  su cui dovremo confrontarci, dibattere ed operare, ognuno nel proprio  ruolo, per raggiungere  obiettivi importanti di crescita sociale e di sviluppo che l’intera comunità attende e che il nostro paese merita.”

[box type=”info”] Gianni Romano[/box]

1 2 3 4 5 22